Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

I troppi jump scare di Alan Wake 2 rovinano l’atmosfera?

Tempo di lettura: 3 minuti

Punti di forza

  • Alan Wake 2 abbraccia pienamente un tono horror oscuro e contorto, rendendolo un gioco molto spaventoso dall’inizio alla fine.
  • Il gioco crea efficacemente l’atmosfera con ambienti inquietanti, orrori soprannaturali e una narrazione ben fatta.
  • Tuttavia, i continui jumpscares in Alan Wake 2 tendono a rovinare l’atmosfera horror, diventando ripetitivi e meno efficaci col passare del tempo.

L’Alan Wake originale del 2010 è classificato in gran parte come un gioco d’azione e thriller e come tale ha qualche piccolo spavento al suo interno. Sebbene il tono generale di Alan Wake sia un po’ cupo, presenta alcuni momenti più spettrali, in particolare quelli che ruotano attorno alla Presenza Oscura e alla realtà alternativa del Luogo Oscuro. Tuttavia, nel complesso, Alan Wake non era così spaventoso e il suo gameplay era più intenso che terrificante. Alan Wake 2, invece, abbraccia pienamente un tono horror oscuro e contorto.

A detta di molti, Alan Wake 2 è considerato un gioco molto spaventoso, praticamente dall’inizio alla fine. Dal momento in cui i giocatori arrivano a Bright Falls, vengono catapultati in una storia piena di culti assassini, mostri ombra posseduti e dimensioni da incubo intrise di sangue e immagini raccapriccianti. In Alan Wake 2 c’è molto di cui aver paura, ma anche se l’orrore viene mantenuto bene per tutta la durata del gioco, c’è un grande elemento che tende a rovinare l ‘atmosfera horror diAlan Wake 2: l’abbondanza di jumpscares.


I continui jumpscares di Alan Wake 2 rovinano l’atmosfera


Alan Wake 2 fa un ottimo lavoro nell’impostare l’atmosfera

Fin dall’inizio di Alan Wake 2, il tono del gioco è definito in modo molto chiaro. Controllando l’agente dell’FBI Saga Anderson, i giocatori attraversano una foresta silenziosa e inquietante per indagare sul luogo di un omicidio. È subito evidente che non si tratta di un omicidio ordinario e i giocatori iniziano subito a sentirsi inquieti per l’oscuro mistero che li avvolge. Ma man mano che i giocatori progrediscono in Alan Wake 2, il gioco continua a diventare più spaventoso, con orrori soprannaturali che iniziano a insinuarsi nel gioco.

Giocando nei panni di Saga Anderson, i giocatori si imbatteranno in minacce più concrete e realistiche, come i membri di una setta, di solito in ambienti più cupi e ruvidi come foreste nere come la pece o parchi di divertimento abbandonati. Ma quando i giocatori prendono il controllo di Alan Wake, le cose diventano molto più inquietanti e strane. Intrappolato nel Luogo Oscuro, il viaggio di Alan lo vede imbattersi in creature d’ombra che si muovono in modo irregolare e in una narrazione ambientale terribilmente ben fatta. Tutto, dall’illuminazione al sound design, fino alla collocazione dei nemici, rende Alan Wake 2 un’incredibile esperienza survival horror che terrà i giocatori sempre con il fiato sospeso.


Gli spaventi di Alan Wake 2 ostacolano l’atmosfera

Ma non è assolutamente perfetto. Il problema principale che frena l’atmosfera horror di Alan Wake 2 sono i suoi quasi continui jumpscares. All’inizio del gioco, i giocatori saranno colpiti da uno schermo nero per alcuni secondi, con la sagoma bianca di un volto che si muove in modo irregolare e si contorce in modo innaturale sullo sfondo scuro. Questa immagine inquietante è accompagnata da un rumore forte e stridente.

La prima volta che il giocatore si imbatterà in uno di questi jumpscares, probabilmente otterrà l’effetto desiderato e rimarrà sbigottito per qualche secondo. Tuttavia, questo jumpscare perfettamente efficace perde ben presto quasi tutto il suo impatto, perché Alan Wake 2 si rifiuta di abbandonarlo. Giocando ad alcune delle sequenze più intense diAlan Wake 2, il giocatore può imbattersi in una serie di jumpscare in rapida successione che, dopo uno o due, perdono quasi completamente il loro impatto e diventano un po’ noiosi.

I jumpscare di Alan Wake 2 non sono completamente casuali. Molti di questi jumpscares sono in realtà un’indicazione in-universo del fatto che la Presenza Oscura si sta avvicinando al personaggio, anche se questo non impedisce loro di essere un po’ irritanti dopo un po’.

Quando tra i jumpscares di Alan Wake 2 c’è un grande spazio, funzionano eccezionalmente bene e sono quasi sempre incredibilmente inquietanti, ma è un evento piuttosto raro se i fan si dedicano a lunghe sessioni di gioco. Se Remedy avesse tagliato anche solo un quarto dei jumpscares del gioco, avrebbe potuto evitare completamente questo problema e mantenere Alan Wake 2 uno dei giochi survival horror più spaventosi di tutti i tempi, cosa che potrebbe ancora essere per molti fan.

Potrebbero interessarti