Cerca
Close this search box.
Quest 3's Latest Update Brought Two Undocumented Features

L’ultimo aggiornamento di Quest 3 ha introdotto due funzionalità non documentate.

Tempo di lettura: 3 minuti
Quest 3's Latest Update Brought Two Undocumented Features

L’aggiornamento Quest v64 ha portato due importanti nuove funzionalità non documentate.

Generalmente si penserebbe che un changelog per il software di sistema di un dispositivo elettronico di consumo includerebbe tutte le nuove funzionalità importanti introdotte, ma con Meta ciò non è sempre vero.

La versione 64, rilasciata all’inizio di questo mese, ha ufficialmente introdotto una migliorata qualità del passthrough, supporto per microfoni esterni e modalità di utilizzo sdraiati per Quest 3, ed ha reso il casting continuo anche quando il visore viene tolto.

Ma gli utenti avanzati di Quest hanno notato che v64 porta anche due importanti funzionalità non menzionate nel changelog: il riconoscimento dei mobili su Quest 3 e il tracciamento delle mani simultaneo ai controller Touch Pro o Touch Plus nello spazio di casa.

Riconoscimento dei Mobili su Quest 3

Quest 3 genera una mesh 3D della tua stanza durante la configurazione della realtà mista e poteva sempre inferire le posizioni delle tue pareti, pavimento e soffitto da questa mesh 3D. Ma fino alla v64 il visore non sapeva quali forme all’interno di questa mesh rappresentassero elementi più specifici come porte, finestre, mobili e TV. Potevi segnalarli manualmente, ma questa necessità manuale significava che gli sviluppatori non potevano fare affidamento sul fatto che gli utenti lo avessero fatto.

Con v64, però, al termine della scansione della stanza in realtà mista, Quest 3 ora crea un riquadro di delimitazione rettangolare etichettato attorno a:

  • Porte
  • Finestre
  • Letti
  • Tavoli
  • Divani
  • Contenitori (armadi, scaffali, ecc.)
  • Schermi (TV e monitor)
Sequenze dell’riconoscimento dei mobili di Quest 3 v64 da Squashi9.

Gli sviluppatori di Quest possono accedere a questi riquadri di delimitazione utilizzando l’API Scene di Meta e usarli per posizionare automaticamente il contenuto virtuale. Per esempio, potrebbero posizionare un tavolo da gioco sul tavolo più grande della stanza, sostituire le tue finestre con portali o raffigurare la tua TV in un gioco VR completo per evitare di colpirla.

Apple Vision Pro già offre agli sviluppatori una serie di rettangoli 2D primitivi che rappresentano la superficie di sedie e tavoli, ma non fornisce ancora un riquadro di delimitazione 3D. L’API RoomPlan su iPhone Pro può fare limiti 3D, ma quell’API non è disponibile in visionOS.

La nuova funzionalità di Quest 3 è stata notata pubblicamente per la prima volta dall’utente X Squashi9, per quanto ne sappiamo. UploadVR ha testato v64 su Quest 3 e ha trovato che questa funzionalità funziona molto bene per la maggior parte delle categorie di oggetti, eccetto per i Contenitori che spesso creano limiti inaccurati.

Sequenze dell’riconoscimento dei mobili di Quest 3 v64 dall’appassionato di VR Luna.

Potresti pensare che ciò somigli molto alla ricerca SceneScript che Meta ha mostrato il mese scorso. Ma il riconoscimento dei mobili su Quest 3 nella v64 è molto più rudimentale rispetto a SceneScript. Per un divano, ad esempio, v64 crea un singolo semplice riquadro rettangolare che lo incapsula, mentre SceneScript genera riquadri rettangolari separati per l’area della seduta e le braccia, così come un cilindro per lo schienale. SceneScript richiede probabilmente molta più potenza di calcolo rispetto al riconoscimento attuale dei mobili su Quest 3, e Meta lo ha presentato esclusivamente come ricerca, non come una funzionalità a breve termine.

Mani & Controller Simultanei in Home

Da lo scorso anno, gli sviluppatori di Quest hanno potuto sperimentare l’uso del tracciamento delle mani e dei controller Quest 3 o Quest Pro simultaneamente e, da due mesi fa, sono stati in grado di pubblicare app con questa funzione sullo Store e App Lab di Quest. Meta chiama questa funzionalità Multimodale.

Le App di Quest 3 Possono Ora Usare Contemporaneamente Mani & Controller

Le app dello Store & App Lab di Quest possono ora utilizzare il tracciamento delle mani + i controller Quest 3 o Quest Pro simultaneamente, una funzionalità chiamata Multimodale.

Quest Multimodal hands and controllers Luna 00.00.10.569

 

Con v64 Multimodale è stato aggiunto allo spazio domestico di Quest, sia in modalità passthrough che in VR. Ancora una volta, però, tieni presente che funziona solo con i controller Quest 3 o Quest Pro, quindi non vedrai questa funzionalità su Quest 2 a meno che tu non acquisti i controller Pro per 300 dollari.

Multimodale consente una transizione istantanea tra il tracciamento del controller e quello delle mani, senza più ritardi. Consente anche di utilizzare un controller mantenendo l’altra mano tracciata. Ciò significa che puoi prendere un singolo controller per navigare nello spazio domestico di Quest, senza problemi, come potresti fare con un telecomando TV. Ciò potrebbe essere attraente per la navigazione web, la visione di media e la modifica delle impostazioni, offrendo la precisione e la tattilità di un controller tracciato mantenendo libera l’altra mano.

Leggi di più su www.uploadvr.com

Potrebbero interessarti