Cerca
Close this search box.

Assassin’s Creed Codename Red, ambientato in Giappone, uscirà prima della fine di marzo 2025, dichiara Ubisoft

Tempo di lettura: 2 minuti

Assassin’s Creed: Codename Red – che porta la longeva serie nel Giappone feudale – sarà lanciato prima della fine dell’attuale anno finanziario di Ubisoft, il prossimo marzo, ha confermato il CEO Yves Guillemot, mentre l’open-world Star Wars Outlaws dell’editore punta ancora a un’uscita nel 2024.

Guillemot ha condiviso la notizia nell’ambito degli ultimi risultati di Ubisoft, relativi al terzo trimestre dell’anno fiscale 2023-24, in cui ha parlato di una “line-up molto promettente” per l’anno a venire. Tale line-up include l’uscita nel 2024 dell’attesissimo Star Wars Outlaws di Massive Entertainment, il che suggerisce che Ubisoft non si aspetta ulteriori slittamenti dopo che, secondo quanto riferito, il gioco è stato ritardato dall’attuale anno fiscale dell’editore – che termina il 31 marzo 2024 – a quello successivo.

La notizia più importante, però, è la conferma che il prossimo gioco di Assassin’s Creed di Ubisoft, attualmente conosciuto solo con il nome di Codename Red, nonostante la conferma dell’ambientazione nel Giappone feudale, arriverà nell’anno fiscale 2025, il che significa che uscirà prima del 31 marzo del prossimo anno. Storicamente, il franchise di Assassin’s Creed ha evitato la finestra di lancio primaverile, il che suggerisce che Red potrebbe puntare anche al 2024, come riportato in precedenza, a meno che Ubisoft non stia rompendo la tradizione.

Per quanto riguarda la data in cui Ubisoft sarà pronta a condividere ulteriori informazioni su Red, non è chiaro. Guillemot si è limitato a dire: “Non vediamo l’ora di rivelare tutte le capacità creative dei team di Ubisoft che stanno lavorando duramente per rendere questi giochi un successo all’altezza delle aspettative dei giocatori”.

Assassin’s Creed: Codename Red – che viene sviluppato da Ubisoft Quebec, lo studio dietro l’amabile Assassin’s Creed Odyssey del 2018 – è una delle numerose novità della serie confermate in sviluppo nel settembre 2022. Tra gli altri, Assassin’s Creed Mirage è già uscito, Codename Hexe, dall’aspetto stregonesco e ambientato nell’Europa del XVI secolo, sembra essere previsto per il 2026, mentre Codename Jade è una collaborazione con Tencent incentrata sui dispositivi mobili.

Al di là del fatto che i fan di Assassin’s Creed desiderano da anni un nuovo capitolo della serie ambientato nel Giappone feudale, Red è forse più importante per il fatto che segna l’inizio di una nuova era per il franchise di Ubisoft. È qui che la divisiva narrazione moderna di Assassin’s Creed si separerà dai singoli giochi per essere raccontata attraverso una piattaforma hub di nome Assassin’s Creed Infinity, destinata a legare insieme i numerosi giochi del marchio.

Tom Phillips, esperto di Assassin’s Creed e caporedattore di Eurogamer, ha parlato con Ubisoft dei suoi ambiziosi piani pluriennali per la serie nel 2022, se sei curioso di saperne di più.

Leggi di più su www.eurogamer.net

Potrebbero interessarti