Cerca
Close this search box.
Suicide Squad: Kill the Justice League review: it's a bomb

Suicide Squad: Kill the Justice trova costantemente modi per impedire ai giocatori di divertirsi

Tempo di lettura: 12 minuti
Suicide Squad: Kill the Justice League review: it's a bomb

Pro

  • Combattimento gratificante e attraversamento
  • Audaci scelte di narrazione
  • Solido endgame

Contro

  • Progettazione di missioni ripetitive
  • Mancanza di interazione cooperativa
  • Microtransazioni scarse
  • UI e UX terribili

Mi sono volute 20 ore di gioco per iniziare a divertirmi con Squadra Suicida: Uccidi la Justice League.

Questo grazie a Killing Time, un tipo di missione sbloccata 10 livelli nel gioco, chiamata Finite Crisis. È una modalità di sopravvivenza diretta: dovevo eliminare il maggior numero di nemici possibili entro un limite di tempo, guadagnando tempo per ogni nemico ucciso, mentre la difficoltà aumentava. Ho giocato con un amico e ci siamo divertiti a sfruttare appieno il combattimento acrobatico in terza persona di Suicide Squad, trovando modi per completare le abilità reciproche con abilità e afflizione di fine gioco.

Quando il nostro tempo è scaduto, sono tornato subito alla realtà. Sono stato riportato indietro in menu lenti e complicati, dove ho ottenuto scarse ricompense. Suicide Squad è pieno di momenti contrastanti come questo. Per ogni decisione di design audace, c’è un avvertimento che rende l’esperienza molto più frustrante di quanto dovrebbe essere.

Le parti migliori di Suicide Squad sono il suo attraversamento e il combattimento, ma l’esperienza utente nella navigazione dei combattimenti e del mondo aperto di Metropolis è un disastro. La narrazione è audace, ma rovina basi come le introduzioni dei personaggi. Ha un sistema di progressione approfondito, ma manca della varietà nel design delle missioni per rendere divertente la molienda. C’è del divertimento da avere in Suicide Squad, da soli o con amici, ma dovrai impostare molta spazzatura per trovare l’oro.

Il coraggioso e l’audace

Questa sezione contiene spoiler sulla storia.

Se non c’è altro, Suicide Squad si dimostra all’altezza del suo nome. Brainiac ha preso il controllo delle menti della maggior parte della Justice League ed è compito della Suicide Squad fermarli dopo essere stati reclutati e gettati a Metropolis dall’intimidatoria Amanda Waller e dall’organizzazione segreta del governo A.R.G.U.S. È ambientato nell’Arkhamverse che conosciamo e amiamo, ma non ha paura di uccidere personaggi come Batman, fare supporre che personaggi come Oracle siano morti, e abbracciare pienamente le minacce di fine mondo, universalmente multiversali dell’invasione di Brainiac.

È una storia audace che è stata svantaggiosa per alcuni, ma applaudo Rocksteady per aver fatto questi audaci colpi. Le storie dei giochi di Arkham si sono contraddistinte per essere disposte a fare mosse rischiose, come uccidere il Joker. Rocksteady Games non ha perso il suo taglio narrativo in questo senso. Sono rimasto coinvolto per tutta la campagna di Suicide Squad perché mi chiedevo cosa sarebbe successo dopo.

Squadra Suicida: Uccidi la Justice League il Flash

Ci sono molti momenti memorabili, come quando King Shark indossa temporaneamente un anello di Green Lantern o quando Superman uccide Wonder Woman. È una storia supportata da moltissime grandi interpretazioni. Il defunto Kevin Conroy ha la possibilità di interpretare Batman contro tipo perché ora è malvagio, e si ciba con entusiasmo di ogni battuta che gli viene data nella sua performance finale come il Cavaliere Oscuro. Tara Strong è a suo agio come Harley Quinn e Jason Isaacs è diabolicamente arrogante come Brainiac. Mi ricordo le storie e le interpretazioni che hanno messo l’Arkhamverse sulla mappa in questi momenti.

Le mie frustrazioni con la storia di Suicide Squad non sono legate agli intrecci o alle interpretazioni. Piuttosto, sono scoraggiate da quanto incrina le basi. Non fa mai un caso forte per cui questa debba essere una storia multiversale o perché non introduce Superman e Brainiac prima. In fondo, questo gioco parla dei fallimenti dell’autorità e di come chi è tenuto a freno debba unirsi e sostenersi reciprocamente. Quel tema funziona decentemente per un’ambientazione della Suicide Squad, ma il collegamento di Brainiac a un multiverso non fa molto per rafforzarlo. È un artificio narrativo fatto in modo che Rocksteady possa tecnicamente avere una quantità quasi infinita di contenuti da estrarre dopo il lancio.

Questa non è una storia del “Superman malvagio” fatta bene.

Suicide Squad si aspetta che i giocatori conoscano molto di questi personaggi dei fumetti prima di iniziare. Anche se i giocatori vengono quasi subito gettati in una Metropolis sotto assedio, l’introduzione di Superman e Brainiac viene rimandata così a lungo che l’urgenza della minaccia non si insinua in modo efficace. Quando Superman appare, Rocksteady presume che tu conosca abbastanza bene il personaggio per preoccuparti che sia diventato completamente malvagio.

In men che non si dica, Batman e Superman sono morti, e Brainiac è il principale antagonista, provocando i giocatori mentre esplorano Metropolis. Questa non è una storia del “Superman malvagio” fatta bene. Come appassionato di fumetti da una vita, ho potuto colmare rapidamente le lacune. Isolata nell’ampio Arkhamverse, questa storia soffre perché personaggi come Superman non sono mai apparsi prima e scompaiono prima di poter lasciare un’impressione duratura come Batman di Kevin Conroy. Fa mosse sorprendenti, ma lo fa principalmente con elementi che non abbiamo mai visto prima. Inoltre, come gioco multipiattaforma, cade in un modo in cui Anthemhafatto: preferirei parlare con i miei amici piuttosto che guardare la cutscene che si sta svolgendo davanti a me.

Cos’è, l’odore della morte?

Come sparatutto multipiattaforma in terza persona sempre online, Suicide Squad rappresenta un grande cambiamento rispetto a ciò che ha fatto Rocksteady in passato. Questo non è intrinsecamente negativo, poiché il team trova modi intelligenti per incorporare idee come combo e controcombo in uno sparatutto in terza persona che si colloca tra The Division e Returnal. Il tempismo è essenziale, in quanto è possibile impedire ai nemici di attaccarti se colpisci i colpi contromano nel modo giusto.

Sono entrato nel combattimento una volta mi sono abituato alle varie altre eccentricità di Suicide Squad.

Attraverso gli aggiornamenti dell’albero delle abilità, il sistema di combo premia i giocatori esperti potenziando le loro abilità. Raggiungi una combo da 50 colpi e vedrai dei vantaggi che rendono la tua modalità di gioco aggressiva degna di nota. Rocksteady utilizza i punteggi come elemento competitivo nel multiplayer, con il giocatore che guadagna più punti in una partita designato come Caposquadra. Essendo una persona a cui piace molto muoversi durante i combattimenti nei giochi d’azione, sono entrato nel combattimento una volta mi sono abituato alle varie altre eccentricità di Suicide Squad.

Durante un combattimento, se i giocatori infliggono abbastanza danni, possono ottenere l’energia per attivare un Attacco suicida o di attraversamento che infligge molti danni. Questo è un gioco d’azione frenetico che vuole che i giocatori siano sempre in movimento ed è spesso al suo meglio quando enfatizza questo. Ci sono attualmente quattro personaggi giocabili: Harley Quinn, Deadshot, Capitan Boomerang e King Shark. Questi antieroi condividono le basi del gioco; impara a sparare con una pistola con uno di loro e saprai come giocare con tutti.

Questo significa che Suicide Squad non può raggiungere il cliché di “farti sentire” come i tuoi personaggi dei fumetti giocabili, ma non si fa carico di un sistema di classi di personaggi più complesso. Le differenze tra i personaggi riguardano le armi che impugnano – ciascun personaggio non può usare un certo tipo di arma – e il modo in cui attraversano il mondo.

Deadshot vola intorno a Metropolis

Deadshot usa un jetpack per librarsi e volare intorno ai nemici, mentre Harley Quinn si muove utilizzando un Bat Drone acquisito. Il modo in cui il personaggio preferito si muove attraverso Metropolis e l’arma con cui combatterà sono le sottili sfumature che alla fine aiuteranno a determinare il tuo preferito. Per fortuna, non blocca le scelte dei personaggi in multiplayer a seconda di chi hanno scelto gli altri. Mi è piaciuto muovermi per Metropolis come se fosse un parco giochi, anche se il fatto che spesso voli o salti sui tetti ha fatto sì che non diventassi mai così intimamente familiare con ogni angolo di questo mondo nonostante tutti gli sforzi dedicati alla progettazione.

Tutti i miei amici sono pagani, prendilo con calma

Metropolis è semplicemente una base su cui vengono poste missioni e combattimenti frenetici, ed è anche difficile immergersi nel mondo di Suicide Squad quando mi viene costantemente riportato ai menu. All’inizio della campagna, ci sono menu che i giocatori devono esplorare dopo aver completato ogni missione nel mondo aperto. Nel multiplayer, questo include una cutscene obbligatoria che mette in evidenza il giocatore con il punteggio più alto durante quella missione e un’altra animazione non saltabile di una Bat-Pod che rilascia i bottini che i giocatori hanno guadagnato.

Ho cronometrato e ho scoperto che stavo passando più di un minuto nei menu dopo ogni singola missione nel mondo aperto, anche quelle che richiedevano solo tre o quattro minuti per essere completate. Per un gioco che si concentra tutto sul fluire del movimento durante il combattimento e l’esplorazione, Suicide Squad ama davvero tirare fuori i giocatori per una proporzione di celebrazioni inutili e lunghe animazioni del bottino. È una struttura di ricompensa basata su missioni che entra in conflitto con il design open-world.

Suicide Squad giustifica la natura cooperativa della sua struttura solo dopo 10-15 ore di gioco. Poison Ivy può modificare le armi con afflizioni che congelano, bruciano, avvelenano o scioccano i nemici e tutti i giocatori possono sfruttare questi debuff. Tuttavia, non c’è nulla di simile a un takedown cooperativo o a una combo di attacchi. Molto tardi nell’albero delle abilità di un personaggio, i giocatori possono ottenere l’accesso a una Ultimate di squadra che viene condivisa da tutta la squadra. Probabilmente la maggior parte dei giocatori non la vedrà mai; io l’ho sbloccata solo dopo aver superato la storia principale e ho dovuto affrontare molte altre frustrazioni lungo il percorso.

Missione fallita

Ad alimentare ulteriormente la sensazione di delusione generale c’è la scarsa progettazione delle missioni di Suicide Squad, che si affida a tropi generi ormai esauriti. Ucciderai i nemici e raccoglierai i collezionabili che lasceranno cadere, difenderai i punti di interesse da ondate di cattivi, salverai le persone catturate tra una scaramuccia e l’altra con le forze di Brianiac o scorterai e difenderai un veicolo da un punto A a un punto B. Anche se muoversi e combattere i nemici è divertente, non farai nulla che non abbia già fatto in uno sparatutto.

La raccolta di bottini è il fulcro di Suicide Squad, ma le armi non si distinguono.

Le missioni a volte presentano degli espedienti unici, come la possibilità di danneggiare i nemici solo con i colpi critici, ma si rivelano più frustranti che divertenti. Mentre la storia è piena di sorprese, il design delle missioni lo è raramente. I giocatori di giochi con servizio live come Suicide Squad devono intrinsecamente accettare una certa sensazione di ripetitività perché il gioco li incoraggia a giocare ogni giorno, a spendere soldi e a seguire le uscite stagionali. Tuttavia, mi sento meno obbligato a rimanere quando il design delle missioni sembra così derivativo fin dall’inizio.

Questo design permette ai momenti occasionalmente ispirati di risaltare ancora di più. I combattimenti con i boss contro Flash, Lanterna Verde, Batman e Superman sono momenti decisivi per il gioco, perché scuotono il nucleo del gameplay. Sfortunatamente, questi momenti rappresentano meno del 10% dell’avventura, che si conclude con un boss finale che è essenzialmente una versione reskinnata di uno dei precedenti della campagna.

King Shark fights enemies in Suicide Squad: Kill the Justice League.

Quindi, se le missioni sono poco ispirate, è almeno un’esperienza piacevole quella di macinare missioni e gratificante quando ottieni l’equipaggiamento? Non proprio. La raccolta di bottini è il fulcro di Suicide Squad, ma le armi non si distinguono. Le armi tendono ad avere da uno a tre potenziamenti che ne migliorano le abilità, ma spesso hanno effetti trascurabili per chiunque, tranne che per i giocatori più accaniti.

I più soddisfacenti sono i set di armi Nortorious e Infamy, che hanno come tema specifici cattivi come Black Mask, Bane o Bizzaro. Queste armi possono attivare effetti unici sui nemici, come la Frenesia, e ravvivare gli scontri a fuoco quando sono in gioco. Ma una volta trovate queste armi, sono rimasto deluso quando ho completato una missione finale per poi essere ricompensato con un’arma Leggendaria o Rara che non era altrettanto eccitante. Questo fa parte della natura casuale dei bottini di Suicide Squad e, con un numero limitato di armi di questo tipo disponibili al lancio, è un problema.

La sua più grande ingiustizia

Indipendentemente dal fatto che Suicide Squad ti piaccia o meno, c’è un difetto innegabile: la sua scarsa esperienza utente. UX è un termine utilizzato nel settore tecnologico che può sembrare un po’ nebuloso per un giocatore occasionale. Questo gioco ti insegnerà perché è così importante.

A fight in Suicide Squad: Kill the Justice League.

Analizziamo una schermata che ho scattato mentre giocavo nei panni di Capitan Boomerang (tieni presente che questo è prima di qualsiasi altro effetto visivo che si verifica se perdo lo scudo o se supero determinate soglie di combo). In alto a destra, l’interfaccia utente mi indica i quattro civili che devo salvare in tre modi diversi. In alto a sinistra c’è il logo del personaggio che sto interpretando e una barra di XP che non devo vedere durante il gioco. Se ho una combo in corso, quel numero appare anche sul lato sinistro dello schermo e, se sono in multiplayer, il confronto del punteggio occupa più spazio sulla destra.

Mentre le informazioni in basso a sinistra dello schermo che mi mostrano le armi in mio possesso sono utili, la mini-mappa in basso a destra è quasi imperscrutabile. Nel frattempo, gli indicatori dell’Attacco Suicida e dell’Attacco Trasversale affollano il centro in basso. La Squad Ultimate aggiungerebbe una terza icona più grande. Ora immagina tutti gli indicatori visivi che si presentano con i nemici, gli altri giocatori, i sottotitoli e gli occasionali pop-up di promemoria del tutorial. Lo schermo diventa un caos affollato con molte informazioni che spesso sono troppo piccole per essere riconosciute.

Posso solo sperare che sia in programma una revisione dell’interfaccia utente per questo gioco dopo il lancio.

Per questo motivo, a volte è possibile perdere di vista la posizione di un nemico o di un obiettivo specifico, anche quando c’è un pulsante da tenere premuto per evidenziare tutti i nemici e la piccola mini-mappa. In difesa di Suicide Squad c’è la possibilità di disattivare alcune di queste icone sullo schermo, ma quella mostrata qui sopra è l’interfaccia predefinita e voluta dagli sviluppatori e i problemi di UX vanno ben oltre ciò che appare sullo schermo durante un combattimento.

Ad esempio, il flusso delle missioni rende fastidioso il completamento delle missioni open-world in multiplayer. Capisco la schermata di ricompensa dopo un’Incursione di 30 minuti, ma non dopo una rissa sui tetti di quattro minuti basata su un obiettivo che ho già svolto una dozzina di volte. Tutto questo è aggravato dal fatto che i menu della mappa e del tracciamento delle missioni sono un disastro. Alla fine del gioco, la mappa è affollata di icone per le missioni, le Incursioni, le sfide e i trofei dell’Enigmista e le missioni della squadra di supporto.

The map in Suicide Squad: Kill the Justice League.

È difficile capire quali missioni hai già completato e le indicazioni di ricompensa come “tante risorse” e “equipaggiamento fantastico” sono troppo vaghe. Devo tenere premuto il D-pad per controllare i progressi di Crisi Finita, ma questa funzione condivide un input con la scorciatoia per viaggiare velocemente verso la Sala della Giustizia. Questa si attiva se non tieni premuta la direzione del D-pad abbastanza a lungo. I progressi nei Contratti di sfida del gioco sono mostrati nella schermata della mappa, ma non possono essere riscattati. Devi invece accedere a un menu Contratti separato.

I contratti e le missioni ricompensano fino a sette tipi diversi di valuta (esclusa quella a pagamento) quando ne basterebbero uno o due. I venditori sono per lo più inutili perché sbloccherai armi migliori di quelle che puoi acquistare da loro; quando li usi, i sottotitoli dei dialoghi si sovrappongono al testo del menu. Inoltre, il gioco tende a sovraccaricare lo schermo con così tanto testo e informazioni che dovrai dedicare del tempo a studiare il significato di ogni tipo di simbolo, valuta e meccanica di combattimento modificabile.

Suicide Squad non è completamente rotto e buggato come altri giochi multigiocatore al momento del lancio, e ha un aspetto gradevole e funziona senza problemi sulla mia PlayStation 5. Dopo oltre 20 ore di gioco, mi sono abituato alle eccentricità del menu e conosco bene i termini del gioco. Tuttavia, non si può negare che si tratti di un pasticcio visivo e posso solo sperare che sia in programma una revisione dell’interfaccia utente per questo gioco dopo il lancio.

Vittoria oscura

Suicide Squad presenta una serie di problemi che minacciano costantemente di annullare il divertimento che i giocatori potrebbero provare durante l’esperienza. Quando i tutorial sono finiti, ero già a metà della campagna. È come un MMO: la “vera” esperienza non inizia prima dell’endgame. Ci sono delle skin da acquistare, ma nessuna mi ha colpito a tal punto da spendere 10 dollari per acquistarla. Anche le microtransazioni in un gioco a prezzo pieno sono un po’ discutibili, così come la sua natura “always-online” quando il gioco va benissimo con i bot AI come compagni di squadra nel gioco in solitaria.

Esiste un sistema di clan per i gruppi che vogliono giocare ogni giorno per ottenere ricompense. Per questo, i giocatori devono impegnarsi nell’endgame della Suicide Squad. Rocksteady Studios ha creato diversi sistemi di progressione solidi per il grinding, dalle corse per i set di equipaggiamento Infamy all’aumento dei livelli di Crisi Finita, fino a un albero dei talenti condiviso pieno di buff passivi che possono essere aumentati di livello decine di volte.

Harley Quinn holds a GCPD weapon in Suicide Squad: Kill the Justice League.
Il Tempo di Uccisione, la modalità secondaria che mi piace di più, si sblocca anche qui. Il problema? Non ci sono ancora abbastanza contenuti per supportare questo flusso endgame. Al momento, i giocatori devono essere a proprio agio nel macinare circa quattro diverse missioni di Crisi Finita, tre delle quali ripetono contenuti e tipi di missione che hai già fatto molto spesso quando hai raggiunto la fine della storia. Si spera che questo aspetto migliori nei mesi e nelle stagioni successive al lancio, ma non ci posso contare nel mondo dell’imprevedibile supporto del servizio live.

Proprio come la stessa Suicide Squad, sembra che ci sia una bomba impiantata nella testa di Kill the Justice League. Minaccia di far saltare in aria un solido sistema di gioco, un’idea narrativa o altri aspetti piacevoli dell’avventura a ogni passo. E anche se la bomba non esplode mai del tutto, questa minaccia persistente mette a repentaglio l’intera esperienza. La Squadra Suicida non è in grado di rimuovere i propri impianti in questo gioco, nonostante ci abbia provato fin dall’inizio. In seguito lo trasformano in una parte aggiornabile del loro equipaggiamento che migliora le loro abilità. Per il bene di Suicide Squad: Kill the Justice League , spero che Rocksteady Studios possa fare lo stesso.

Leggi di più su www.digitaltrends.com

Potrebbero interessarti