Cerca
Close this search box.
SOUL COVENANT Review: Uninspired, Repetitive Action RPG

SOUL COVENANT è un Action RPG senza ispirazione e ripetitivo

Tempo di lettura: 3 minuti
SOUL COVENANT Review: Uninspired, Repetitive Action RPG

SOUL COVENANT offre una premessa RPG d’azione intrigante con un combattimento corpo a corpo scadente e una campagna ripetitiva. Continua a leggere per la nostra recensione completa.

Gli RPG sono stati uno dei miei generi preferiti per decenni, molto prima che emergesse la VR moderna. Possono richiedere molto tempo e il mio tempo libero non è quello di un tempo, ma la ricca narrazione spesso presente al loro interno continua a attrarmi. Mescola tutto questo con il combattimento hack-and-slash, e c’è il potenziale per un’avventura VR coinvolgente. Purtroppo, SOUL COVENANT non è quel gioco.

SOUL COVENANT – I fatti
Che cos’è?: Un RPG d’azione narrativo incentrato sul combattimento hack-and-slash ambientato a Tokyo post-apocalittico.
Piattaforme: PC VR, PSVR 2, Quest (recensito su Quest)
Data di uscita: Ora disponibile
Sviluppatore: Thirdverse
Prezzo: $40 su Quest, $50 su Steam/PlayStation Store
Screenshot di Soul Covenant

SOUL COVENANT ci porta in un futuro prossimo post-apocalittico in cui un esercito genocida guidato da un’intelligenza artificiale ha distrutto Tokyo utilizzando armi robotiche conosciute come ‘Deus Ex Machina.’ Rappresenti l’ultimo baluardo dell’umanità che lotta per sopravvivere. Non è una premessa particolarmente originale, anche se SOUL COVENANT intreccia questo con la sua interpretazione sempre presente e spesso cruenta della morte e della rinascita.

Ciò è particolarmente evidente con gli Avatar, soldati infusi con i ricordi dei passati eroi. Ognuno impugna un ‘Capro Espiatorio’, una delle principali armi realizzate dalle ossa dei tuoi compagni caduti con alcuni ottimi design. Il simbolismo religioso continua in tutto, meglio esemplificato dal principale antagonista, Adam, e da un androide dal genere femminile che assiste tra le missioni chiamata Eva.

Questo potrebbe essere impattante se la storia non fosse così male strutturata. Ogni volta che il gioco ti permette di partecipare a queste brevi missioni, ti allontana presto per continuare a raccontare una storia che non è particolarmente coinvolgente. Ogni missione è incastrata tra due segmenti narrativi che fanno un uso scadente del mezzo, presentandoti sequenze in 2D come in una modalità teatrale stilizzata. È un approccio molto schematizzato e il mio interesse è svanito rapidamente.

Screenshot di Soul Covenant

Le cose non migliorano una volta iniziate le missioni grazie a un combattimento corpo a corpo superficiale che raramente si traduce in altro che muovere le mani. La varietà tra ogni Capro Espiatorio è interessante e attributi come la potenza d’attacco possono essere migliorati utilizzando i ‘Punti Monad’ guadagnati durante le missioni. Mi piace come si trasformano in varianti più potenti quando impugnati con entrambe le mani.

Questo crea ciò che dovrebbe essere un interessante compromesso. Non puoi accedere al tuo scudo quando segui l’approccio a due mani o usi l’arma a distanza ‘Scoppio Demoniaco’, che si carica gradualmente raccogliendo frammenti Monad. Queste sono tutte belle idee che però non significano molto quando il combattimento non soddisfa. Avrei preferito più fisicità nei combattimenti.

La mia altra grande preoccupazione è che le missioni di SOUL COVENANT diventano rapidamente ripetitive. Tutte hanno obiettivi molto simili che si traducono nel semplice uccidere tutti i robot man mano che appaiono le varie onde. I boss hanno alcune mosse aggiuntive e aiutano a far progredire la narrazione, ma non offrono nulla di entusiasmante. C’è ben poco sfida e ho ottenuto il punteggio più alto in ogni missione al primo tentativo. Giocare con amici in cooperativa non rende la cosa più interessante, neanche.

01 Deus Ex Machina Holy Mother

SOUL COVENANT utilizza la locomozione artificiale basata su bastone senza opzione di movimento tramite teletrasporto. Puoi scattare per evitare gli attacchi in arrivo, il solo movimento a scatti è supportato per la telecamera. Puoi scegliere la mano dominante, calibrare la tua altezza e attivare un effetto di movimento.

Anche se i visual sono nettamente migliori su PSVR 2, la versione di SOUL COVENANT per Quest sembra essere un significativo passo indietro. Molti modelli di personaggi appaiono grezzi e il dialogo che non corrisponde all’animazione era molto distraggente. Tuttavia, questo non sembra essere un problema con la localizzazione. Anche quando i personaggi non parlavano, spesso continuavano a muovere la bocca.

Recensione di SOUL COVENANT – Verdetto Finale

È difficile non sentirsi delusi da SOUL COVENANT. Thirdverse ha creato qui una premessa abbastanza intrigante che è completamente sprecata da un combattimento insoddisfacente, da un gameplay ripetitivo e da una narrazione carente che grida di potenziale sprecato. Se cerchi un gioco d’azione fantasy ispirato agli anime, faresti meglio a guardare Ruinsmagus; SOUL COVENANT non ne vale la pena.

Leggi di più su www.uploadvr.com

Potrebbero interessarti