Cerca
Close this search box.

SAG-AFTRA lancia nuovi livelli di contratto per gli sviluppatori indie

Tempo di lettura: 2 minuti

Mentre proseguono le trattative con gli studios più grandi, la SAG-AFTRA ha stipulato un nuovo accordo sui media interattivi (IMA) che mira specificamente a favorire gli sviluppatori di giochi indie.

Pubblicità Fanatical.com - Big savings on official Steam games

L’accordo consentirà agli studios indie di ingaggiare artisti del sindacato nei progetti. A causa dell’IMA tradizionale, in precedenza questo privilegio non era loro concesso.

Possono aderire al nuovo accordo gli studi con budget compresi tra 250.000 e 15 milioni di dollari. In base a questo accordo, gli attori ottengono “forti tutele per l’AI” e una retribuzione aggiuntiva per i giochi basata sulle unità vendute.

L’IMA indie semplificato copre i nuovi lavori che non rientrano nell’accordo tipico. Sostituisce inoltre un precedente accordo a basso budget e aumenta i tetti di spesa in modo che un maggior numero di progetti possa qualificarsi.

Il tariffario copre sessioni di VO di quattro o sei ore, riprese di canto e performance fuori campo e riprese di canto o ballo in campo. Le tariffe variano da 338 a oltre 3.500 dollari, a seconda del livello e della mansione.

Secondo le FAQ, se uno studio supera il livello previsto dal budget, deve riclassificare il progetto per il livello giusto. Si consiglia inoltre agli sviluppatori di contattare immediatamente il sindacato per trovare una soluzione.

Se si tratta di una dichiarazione intenzionale errata, SAG-AFTRA riclassificherà il progetto al giusto livello. Lo studio dovrà quindi pagare gli attori secondo la tariffa corretta (comprese le voci extra o gli straordinari) e non potrà utilizzare la performance finché non sarà stata pagata.

L’accordo di 68 pagine della SAG-AFTRA può essere letto qui.

La SAG-AFTRA sta ancora cercando di gestire il futuro degli attori con l’AI

Dal settembre 2023, la SAG-AFTRA è in trattativa con grandi sviluppatori come Insomniac e Activision Blizzard per gli attori di videogiochi.

Gliattori in questione hannoaccettato di scioperare nel caso in cui le trattative dovessero fallire, ma finora non ci sono state notizie concrete in merito. Il sindacato, da parte sua, ha ripetutamente sottolineato di voler proteggere al meglio tutti gli attori di videogiochi dall’IA.

Detto questo, ha anche permesso a qualsiasi sviluppatore che collabora specificamente con l’azienda tecnologica Replica Studios di utilizzare le voci dell’IA, con un chiaro consenso. In mezzo alle polemiche, l’azienda ha dichiarato che l’accordo sarà la guida per gli accordi futuri.

Come l’accordo di Replica, l’IMA indie richiede che gli attori acconsentano all’utilizzo della loro voce per l’IA nei progetti indie. Glisviluppatori devono inoltre dichiarare esplicitamente per cosa viene utilizzato il duplicato e quando.

Come l’accordo stipulato con Replica, anche questo accordo indie a livelli è valido fino alla fine del 2024. Dopodiché, non si sa se verrà rinnovato o se verrà stipulato un nuovo accordo.

Leggi di più su www.gamedeveloper.com

Potrebbero interessarti