Cerca
Close this search box.

I server di Sea of Thieves stanno registrando tempi di attesa più lunghi mentre ha inizio la closed beta su PS5

Tempo di lettura: 2 minuti

Sembra che i giocatori di PS5 non vedano l’ora di indossare i tricorni e alzare l’ancora; Sea of Thieves sta attualmente vivendo “tempi di attesa più lunghi del solito”, secondo lo sviluppatore Rare, grazie a un “elevato volume” di nuovi giocatori che si uniscono al gioco come parte della Closed Beta appena lanciata su PS5.

La Closed Beta di Sea of Thieves è aperta a chiunque pre-ordini la versione PlayStation 5 prima del suo lancio più avanti questo mese, dando ai partecipanti l’opportunità di vivere l’avventura pirata multiplayer completa – sebbene solo con altri predoni PlayStation per il momento – tra oggi, 12 aprile, e lunedì 15 aprile.

E una presunta impennata di pirati appena creati sta causando un piccolo problema al server, con Rare che ha avvertito sui social media che la Closed Beta di PS5 sta “attualmente vivendo un elevato numero di nuovi giocatori, che potrebbero risultare in tempi di attesa più lunghi del normale mentre i pirati entrano in Sea of Thieves.” E i tempi di caricamento più lunghi stanno influenzando sicuramente i giocatori di Xbox e PC nel gioco completo, poiché sono salito al piano di sopra per confermare con i miei occhi.

Una volta che i giocatori di PS5 riescono a attraversare il Velo del Diavolo per il loro viaggio inaugurale sul Mare dei Ladri, qualsiasi progresso che fanno può essere trasferito al lancio completo (dove avranno anche la possibilità di navigare con giocatori di Xbox e PC) il 30 aprile.

Questo è lo stesso giorno in cui Sea of Thieves introdurrà una nuova stagione di contenuti freschi, con la Stagione 12 – come è conosciuta ufficialmente – che introduce una serie di nuovi strumenti e giocattoli. Ci sono nuove armi sotto forma di pistola a doppia canna e coltello da lancio, nuove bombe cannoniere Scattershot, i nuovi oggetti lanciabili Bone Caller e il largamente autoesplicativo Wind Caller, E questo non è ancora tutto; la Stagione 12 introduce anche le linee di zip (già viste nel Tornaconto di Monkey Island dello scorso anno) e un aggiornamento delle linee di arpione, consentendo ai pirati di camminare su di esse come funi tese.

La Stagione 12 è solo una piccola parte di ciò che si preannuncia come un grande anno per Sea of Thieves. E una volta esaurita la roadmap di Rare, puoi leggere di più sul prossimo lancio su PlayStation 5, come nella mia recente discussione con il direttore creativo Mike Chapman e il produttore esecutivo Joe Neate.

Leggi di più su www.eurogamer.net

Potrebbero interessarti