Cerca
Close this search box.

Gli sviluppatori di Dragon’s Dogma 2 hanno fatto “tutto il possibile” per far sì che le pedine smettano di ripetersi in continuazione

Tempo di lettura: 2 minuti

Sembra che le pedine di Dragon’s Dogma 2 non si ripeteranno come nel primo gioco.

Se non hai mai giocato al Dragon’s Dogma originale, dovresti farlo. È un eccellente gioco di ruolo che molti paragonano a un sottovalutato Skyrim, ma io sostengo che, a parte una somiglianza superficiale nel tono generale e nell’estetica, si tratta di giochi piuttosto diversi. Una differenza fondamentale in Dragon’s Dogma è il sistema di pedine, che ti permette di reclutare PNG simili a quelli di Arisen per combattere ed evolvere al tuo fianco.

Questo è un vantaggio per il combattimento del gioco e serve ad aggiungere complessità, ma c’è una cosa che non va giù ai giocatori da anni: i Pawn tendono a dire sempre le stesse cose. Sebbene sia possibile disattivare le loro chiacchiere ripetitive nelle impostazioni, non vorrai perdere le cose utili che di tanto in tanto diranno, intrappolandoti, per così dire, tra l’incudine e il martello.

In una nuova intervista con IGN, il direttore del gioco Hideaki Itsuno ha affrontato questo problema fin dall’inizio.

“Questa volta abbiamo intervistato molti giocatori prima di creare le pedine. Abbiamo ricevuto molti commenti sul fatto che i Pawn del primo gioco ripetevano troppo spesso gli stessi dialoghi”, ha detto Itsuno con una leggera risatina. “Quindi ci siamo concentrati prima di tutto su questo aspetto. Abbiamo fatto il possibile per evitare che i Pawn ripetessero più volte le stesse battute”

Adoro il modo in cui è formulata questa frase, come se i Pawn avessero una mente propria e Capcom avesse ben poca voce in capitolo sul loro comportamento. Mi immagino che sfidino la loro programmazione, che si ripetano ancora di più nel sequel e che Itsuno alzi le mani e dica addolorato: “Abbiamo fatto tutto il possibile. Mi dispiace”

Ma probabilmente questo non accadrà. Probabilmente è lecito aspettarsi che queste sciocche pedine abbiano opzioni di dialogo più varie nel sequel, il che è meno divertente, ma renderà senza dubbio l’esperienza meno frustrante.

Dragon’s Dogma 2 uscirà su PS5, Xbox Series X/S e PC il 22 marzo.

Dragon’s Dogma 2 è un “mondo fantasy senza soluzione di continuità” che si rivolge al cuore appassionato di Witcher 3.

Leggi di più su www.gamesradar.com

Potrebbero interessarti