Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.
The Arisen hanging out with an NPC

Gli NPC di Dragon’s Dogma 2 fanno piangere le CPU e compromettono il frame rate, ma Capcom “sta studiando dei modi per migliorare le prestazioni in futuro”

Tempo di lettura: 2 minuti
The Arisen hanging out with an NPC

Dragon’s Dogma 2 è un RPG stellare, ma come avrai notato dalla nostra analisi delle prestazioni non è esattamente il più fluido. È incredibilmente esigente nei confronti delle CPU, con conseguenti problemi di prestazioni a cui non potrai sfuggire, indipendentemente dalla potenza del tuo impianto. Capcom ne è consapevole, ma sembra improbabile che i problemi vengano risolti prima del lancio.

Parlando con IGN, un rappresentante di Capcom ha spiegato che “una grande quantità di utilizzo della CPU viene assegnata a ogni personaggio e calcola dinamicamente l’impatto della loro presenza fisica nei vari ambienti. In alcune situazioni in cui compaiono numerosi personaggi contemporaneamente, l’utilizzo della CPU può essere molto elevato e può influire sulla frequenza dei fotogrammi”.

Questo spiega perché, come ha notato Nick nella sua analisi delle prestazioni, “qualsiasi luogo in cui sono presenti molti edifici e PNG” mette a dura prova la CPU e “le prestazioni complessive calano notevolmente”. Questo si nota soprattutto nella capitale di Vermund, Vernworth, che incontrerai all’inizio del gioco. È l’insediamento più denso, con molti PNG che si aggirano in ogni momento della giornata.

Ho pensato che non avrei avuto problemi, dato che stavo recensendo Dragon’s Dogma 2 su una configurazione di fascia alta: RTX 4090, Intel i9-13900k, 32GB di RAM. E per gran parte del gioco il frame rate è assolutamente accettabile. Con il ray tracing attivo ho ottenuto circa 80-100 fps, a volte anche di più, quando mi avventuro nelle terre selvagge. Ma ogni volta che mi trovo a Vernworth, il gioco va in tilt e raramente riesco a superare i 60 fps, e spesso scende a 40 fps o meno.

Modificare le impostazioni grafiche non serve a molto. Anche Capcom riconosce questo problema, ma sta ancora cercando delle soluzioni. “Siamo consapevoli che in queste situazioni le impostazioni che riducono il carico della GPU possono avere un effetto limitato; tuttavia, stiamo studiando dei modi per migliorare le prestazioni in futuro”

Sebbene gli NPC di Dragon’s Dogma 2 non siano manichini cerebralmente morti e seguano routine specifiche, pochi di loro sono quelli che considererei essenziali. A parte quelli legati alle missioni, la maggior parte di loro serve soprattutto come scenografia, dando a luoghi come Vernworth l’illusione di vivere. Dubito che la soluzione di Capcom sia quella di ridurre il numero di PNG, ma se ciò dovesse accadere non ci sarebbe molto da perdere.

I problemi di prestazioni non mi hanno impedito di godere di un RPG eccezionale, ma la maggior parte dei giocatori non lo utilizzerà su un PC con le mie specifiche. E data la quantità di tempo che trascorrerai a Vernworth, i problemi sono assolutamente evidenti, anche quando non sono molto fastidiosi.

Dragon’s Dogma 2 viene lanciato questa sera negli Stati Uniti e a mezzanotte nel Regno Unito. Per sapere quando verrà lanciato nella tua regione, dai un’occhiata al nostro calendario delle uscite di Dragon’s Dogma 2.

Leggi di più su www.pcgamer.com

Potrebbero interessarti