Cerca
Close this search box.

Fulqrum Publishing ha appena pubblicato il trailer del gdr New Arc Line

Tempo di lettura: 2 minuti

Un nuovo gioco di ruolo fantasy steampunk in cui i draghi si scontrano con gli zeppelin e i nani sono abbondanti come l’inquinamento atmosferico. Non ne avevo mai sentito parlare prima e sono piuttosto interessato, in parte perché il gioco presenta delle mappe distopiche meravigliosamente maciullate e colorate, e in parte perché si tratta di una storia di immigrati che cercano di trovare la loro strada verso una inevitabilmente ingannevole “città splendente del progresso”, piuttosto che la tipica storia del Prescelto.

In particolare, la tua famiglia è afflitta da una malattia mortale. Il tuo obiettivo iniziale e forse generale in New Arc Line è quello di trovare una cura, ovviamente, ma chissà, lungo la strada potresti dover “sporcarti le mani”, “risalire dal basso” e diventare una sorta di bastardo assoluto. Portaci via, trailer!

“Crea equipaggiamenti tecnopunk o padroneggia le arti arcane, combatti, ruba o fai la voce grossa per arrivare in alto e diventare l’eroe o il cattivo che vuoi essere”, si legge sulla pagina di Steam. “Ma non dovrai affrontare le prove di questo mondo da solo: trova i tuoi compagni e riunisci il tuo gruppo, crea nemici e alleati, innamorati, vieni coinvolto in un’enorme cospirazione e cambia il corso della storia per sempre”.

Ci sono quattro razze – elfo, nano, umano e gigante – sei classi di personaggi e 12 sottoclassi che coprono lo spettro industriale-magico. Se detesti immergere la scienza nella tua stregoneria, puoi mantenere la fantasia e lanciare un DPS elementale sotto forma di occultista del fuoco infernale, debuffare le persone con il Voodoo o potenziare i tuoi alleati come saggio celestiale. Oppure puoi storcere il naso di fronte a queste sciocchezze superstiziose e tecnologiche come meccanico Steampunk, ingegnere Dieselpunk o scienziato Teslapunk. Mi piace un gioco con una selezione di punk. Il combattimento è a turni e sembra svolgersi su mappe di dimensioni dirompenti, piuttosto che su interi livelli come in Baldur’s Gate.

Se guardiamo le schermate, il mondo in sé è un’incredibile varietà di aree: ci sono strade dorate con festoni e infissi in ferro battuto che fanno pensare a un Bioshock Infinite da tavolo, fumose banchine di fabbriche con relitti di navi appena al largo che mi fanno venire in mente Dishonored e una specie di tempio fatiscente che mi ricorda… beh, un tempio in un qualche tipo di RPG. Non possono essere tutti evocativi.

New Arc Line esce quest’anno. Non sono del tutto convinto della direzione cinematografica mostrata nel trailer – o almeno, non sono sicuro che i modelli dei personaggi del gioco diano il meglio di sé da quelle angolazioni – ma credo che valga la pena dedicargli un po’ di tempo.

Leggi di più su www.rockpapershotgun.com

Potrebbero interessarti