Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Un dev indie spende 300 ore e 1.500 dollari in beni per completare il suo trailer parodico di The Day Before, avvertendo le persone di quanto possa essere facile farsi risucchiare dall’hype

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo 300 ore di lavoro e 1.500 dollari spesi per le risorse, uno sviluppatore indipendente ha pubblicato un trailer parodistico di The Day Before che è diventato un monito a diffidare delle eccessive promesse del marketing.

Come ci ha detto in precedenza lo sviluppatore indipendente Crimson, inizialmente è stato ispirato a creare un trailer “parodia” per vedere se riusciva a catturare lo stesso grado di promesse dei trailer di The Day Before.

All’epoca c’era già un certo scetticismo tra i fan, dato che non avevamo visto molto di The Day Before, ma il peggio doveva arrivare quando il gioco si è arenato al lancio: non era l’MMO di sopravvivenza che i fan si aspettavano, i bug dilagavano e lo sviluppatore Fntastic ha abbandonato il gioco non molto tempo dopo. The Day Before è stato un “fallimento finanziario” e l’editore è intervenuto per garantire il rimborso a tutti.

Nonostante tutto, Crimson era determinata a portare a termine il suo progetto: dopotutto aveva ragione, ma forse non nella misura che si aspettava. Chiamato The Day After (non mi sfugge che il trailer è stato pubblicato il giorno dopo la chiusura dei server di The Day Before), il trailer di quasi 13 minuti mostra un sacco di scorribande in città abbandonate e qualche zombie.

Quando abbiamo parlato con Crimson, ho chiesto se fossero rimasti sorpresi da come si erano svolte le cose e se avessero avuto dei ripensamenti sul progetto.

“Purtroppo non sono rimasto molto sorpreso dal risultato che hanno ottenuto”, dicono. “Volevo davvero essere smentito dai trailer e vedere un lancio in grande stile con tonnellate di contenuti e un’ottima riuscita del loro progetto, ma purtroppo non è stato così. La chiusura dello studio, invece, è stata decisamente scioccante, soprattutto per la tempestività con cui è avvenuta dopo la data di lancio, un po’ un campanello d’allarme ma comunque molto scioccante”

300 ore di lavoro dopo, il progetto è finito e uscito dalla porta. Anche se è improbabile che Crimson rilasci una build giocabile del trailer, un gioco di sopravvivenza in cooperativa è all’orizzonte dopo aver terminato la sua attuale fatica, uno sparatutto d’azione con visuale dall’alto che mescola armi da fuoco e arti marziali chiamato Suit for Hire. Seguiremo con attenzione il trailer.

Lo sviluppatore di The Day Before minaccia il suo ritorno, incolpando “la campagna di odio” per il fallimento del suo sfortunato “MMO di sopravvivenza”

Leggi di più su www.gamesradar.com

Potrebbero interessarti