Cerca
Close this search box.

The Legend of Zelda: Echoes of Wisdom è un passo importante per Nintendo

Tempo di lettura: 2 minuti

Con The Legend of Zelda: Echoes of Wisdom, la principessa Zelda sarà protagonista di un gioco principale di The Legend of Zelda. Sia per quanto riguarda la filosofia di design del gioco – Zelda non brandisce una spada ma una bacchetta in grado di replicare gli oggetti – sia per la scelta di rendere la principessa il personaggio principale, il gioco sembra rappresentare un audace passo avanti per il franchise di The Legend of Zelda nel suo complesso. Insieme all’uscita di The Legend of Zelda: Tears of the Kingdom lo scorso anno, è un momento entusiasmante per i fan di Zelda.

Pubblicità Fanatical.com - Big savings on official Steam games

Tuttavia, Nintendo non è sempre stata così audace nella decisione di includere le donne nei giochi né ha usato tatto nel modo in cui le ha ritratte quando hanno avuto la loro grande occasione sotto i riflettori. Basti pensare all’altra protagonista di Nintendo, la Principessa Peach. La sua prima grande incursione come protagonista in un gioco di Mario avvenne nel 2005 con il gioco per Nintendo DS Super Princess Peach. Il gioco presentava un sistema di “vibrazioni” grazie al quale Peach poteva scatenare le sue emozioni più forti per eseguire attacchi speciali. All’epoca si distinse per il modo in cui rafforzava gli stereotipi sulle donne eccessivamente emotive, nonostante la protagonista fosse lei.

Tuttavia, il 2024 ha chiaramente portato a un cambiamento nel modo in cui Nintendo vede le sue principesse. Princess Peach: Showtime! è stato senza dubbio un passo avanti per Peach e per il modo in cui i giochi la trattano. Invece di essere alimentata dalle sue emozioni incontrollabili, la Principessa Peach può assumere innumerevoli forme utilizzando oggetti e costumi teatrali; può essere forte come una spadaccina o aggraziata come una pattinatrice artistica e, ancora una volta, è la protagonista di un gioco tutto suo. Inoltre, nonostante non sia giocabile, la Principessa Zelda ha assunto un ruolo molto attivo nella storia di Tears of the Kingdom lavorando per preparare Link alla vittoria (anche se questa interpretazione è complicata). A questi giochi si aggiunge ora uno dei passi più importanti: Zelda giocabile.

Non è la prima volta che la Principessa Zelda è giocabile. I giocatori possono scegliere di combattere nei suoi panni in giochi spin-off come Hyrule Warriors ed è giocabile come fantasma in The Legend of Zelda: Phantom Hourglass; è anche giocabile in Zelda: The Wand of Gamelon e in Zelda’s Adventure del 1996. Ma la sua apparizione in questa veste – protagonista di un gioco tutto suo – era attesa da tempo.

The Legend of Zelda continua a essere una delle serie di videogiochi più importanti della storia di Nintendo, che però ha continuato ad allontanarsi da Zelda. Non fraintendetemi, mi piace ancora giocare nei panni del mio Link twinkificato e vestirlo con abiti carini, ma è giusto provare qualcosa di nuovo. Voglio vivere The Legend of Zelda nei panni di Zelda stessa e ora io e molti altri fan avremo finalmente la possibilità di farlo quando il gioco uscirà su Nintendo Switch il 26 settembre.

Leggi di più su www.polygon.com

Potrebbero interessarti