Cerca
Close this search box.
SaGa: Emerald Beyond just set a new bar for the video game demo

SaGa: Emerald Beyond ha appena fissato un nuovo standard per le demo di videogiochi

Tempo di lettura: 4 minuti
SaGa: Emerald Beyond just set a new bar for the video game demo

Aziende come Sony e Nintendo stanno offrendo demo per alcuni dei loro più grandi giochi dell’anno, come Stellar Blade e Princess Peach Showtime!, rispettivamente. Non tutte le demo sono uguali. Può essere difficile trasmettere l’intera esperienza di un gioco in una demo che mostra solo una piccola parte; la brevità delle demo recenti di Nintendo è stata particolarmente frustrante. Ecco perché l’approccio di Square Enix nel rilasciare una demo per SaGa: Emerald Beyond mi ha colpito così tanto.

SaGa: Emerald Beyond è l’ultimo capitolo di una longeva serie RPG che non ha mai raggiunto le vette del successo delle sue sorelle, Dragon Quest e Final Fantasy. È un grande RPG con molti personaggi giocabili, sistemi di gioco e mondi da visitare. Sarebbe difficile concentrare tutto ciò in una sola demo, quindi Square Enix non l’ha fatto. Ha creato tre demo invece.

Tre è meglio di uno

All’avvio di Emerald Beyond al lancio, i giocatori dovranno scegliere uno dei sei personaggi principali per iniziare la loro avventura. Da lì, intraprenderanno un viaggio attraverso una serie di mondi interconnessi, plasmando la storia con le loro scelte, partecipando a battaglie RPG basate sulle timeline e reclutando nuovi membri del party lungo il cammino. C’è libertà nella scelta di quale dei 17 mondi di Emerald Beyond visitare e quali obiettivi perseguire una volta entrati in un determinato mondo. Si tratta di un gioco che Square Enix vuole che le persone giochino più volte, poiché si suppone che Emerald Beyond offra un’esperienza molto diversa ad ogni partita.

Già da questa presentazione di alto livello si può capire quanto sarebbe difficile catturare tutto ciò in una demo. Neil Broadley, direttore della localizzazione della serie SaGa, l’ha ammesso su X alla fine del mese scorso. “Come trasmettere i punti chiave che rendono unica la serie SaGa senza limitarsi a dire, ‘Ecco tutto il gioco, buon divertimento?’ È difficile trasmettere la vasta portata di questo gioco in una demo,” ha twittato. Broadley attribuisce al responsabile principale del progetto di Emerald Beyond l’idea di rilasciare tre demo separate per il gioco.

Il 4 aprile, Square Enix ha rilasciato una demo di SaGa: Emerald Beyond su PC, PS5 e Nintendo Switch, ma non erano tutte la stessa demo. Ognuna ha un protagonista giocabile diverso: la demo di Steam segue la cantante Diva No. 5, la demo PS5 vede protagonista lo studente di Miyako Immpersial University, Tsunanori Mido, mentre quella per Nintendo Switch si concentra sulla strega bianca Ameya Aisling. Ognuna di queste demo segue l’introduzione unica della storia dei personaggi e offre ai giocatori molte scelte sul primo mondo che desiderano visitare. Anche i personaggi giocano in modo diverso; per esempio, Ameya deve trovare gatti sparsi per il mondo esterno per riguadagnare alcune delle sue abilità magi…

Ameya durante il combattimento in SaGa: Emerald Beyond.
Ogni demo sembra quasi un gioco unico, anche se sono tutte parti della stessa torta. Potrebbe sembrare una scelta strana che Square Enix non abbia semplicemente messo tutto questo in una sola demo, ma concordo con Broadley che questo approccio alla demo ha più senso per il gioco. Emerald Beyond è un RPG molto denso, e anche dopo aver giocato tutte e tre le demo, sento ancora di aver appena graffiato la superficie della manipolazione delle linee temporali, del seguito e dei sistemi di formazione al centro del combattimento RPG. Sarebbe stato opprimente se avessi dovuto imparare tutto questo e avere tre scelte di personaggio principale fin dall’inizio.

Questo è un problema per le persone che acquistano il gioco completo senza aver giocato una demo. Bloccare la demo su un singolo personaggio su ogni piattaforma significa che i giocatori devono preoccuparsi solo di imparare le complessità di Emerald Beyond con un solo personaggio. Poi, se vogliono di più, cercare le altre demo su piattaforme diverse e vedere come differisce l’avventura aumenta la sensazione di valore del gioco che Square Enix vuole far conoscere ai giocatori.

Broadley ammette che le demo non catturano ancora interamente ciò che Emerald Beyond offre. Ha spiegato su X che le battaglie ripetibili sono state rimosse in modo che i giocatori non potessero salire al livello massimo prima del rilascio del gioco, che il mondo che i giocatori possono visitare dall’inizio del gioco non è “completamente stabilito” e che visitare una località più volte durante vari gameplay può cambiare il corso degli eventi. Inoltre, ci sono protagonisti nel gioco completo che non sono presenti in nessuna di queste demo.

Combattimento in SaGa: Emerald Beyond.

È estremamente difficile per una demo catturare il 100% delle funzionalità di un gioco, anche se se ne realizzano tre. Ma non è necessario. Le demo sono strumenti di marketing che stimolano l’appetito per i prossimi giochi. Le migliori dipingono un quadro il più chiaro possibile, anche se è impossibile utilizzare l’intero telaio.

Una sola demo di Emerald Beyond potrebbe essere sembrata troppo densa da interpretare o non aver trasmesso l’accento sul valore del gameplay ripetuto, ma questo approccio unico di tre demo su tre piattaforme ha fatto centro. Grazie all’approccio di Square Enix, l’RPG è passato da essere un gioco di cui non mi importava a uno per cui sono molto interessato.

SaGa: Emerald Beyond sarà disponibile per PC, PS4, PS5, Nintendo Switch, iOS e Android il 25 aprile.

Leggi di più su www.digitaltrends.com

Potrebbero interessarti