Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Recensione dell’Asus ROG Strix Scar 18 (2024)

Tempo di lettura: 6 minuti

I giochi si vedono e funzionano magnificamente sul ROG Strix Scar 18 (2024) grazie alla combinazione di tecnologia display all’avanguardia e specifiche di punta. Tuttavia, il suo array di altoparlanti lascia molto a desiderare per un laptop da gaming premium, così come la durata della batteria e l’estetica rumorosa.

Motivi per acquistare

  • Pannello Mini LED sbalorditivo
  • Alte prestazioni di gioco
  • Buona gamma di connessioni
Motivi per evitare

  • Altoparlanti terribili
  • Scarsa durata della batteria
  • Estetica da gamer aggressiva

Il Asus ROG Strix Scar 18 (2024) è il laptop da gaming più grande e potente nell’arsenale dell’azienda, e sicuramente non è timido riguardo al suo status con il suo esterno vistoso. Fortunatamente, ha molte ragioni per essere orgoglioso sotto tutta quell’illuminazione RGB, in particolare per quanto riguarda le prestazioni e il display. Detto questo, alcuni dei suoi difetti sono difficili da ignorare, anche di fronte a un display sfavillante e impressionanti frame rate.

Nelle ultime settimane ho testato le credenziali del Scar 18 come possibile contendente al titolo di miglior laptop da gaming, e Asus mi ha lasciato per lo più impressionato. Questo è uno dei pochi sistemi là fuori che funge da sostituto desktop portatile, per il meglio e per il peggio, a condizione di avere i soldi e lo spazio per farlo.

Vista dall'alto del Asus ROG Strix Scar 18 (2024) base, concentrandosi sulla tastiera e trackpad

Design ROG Strix Scar 18 (2024)

Il design del ROG Strix Scar 18 (2024) è quasi identico a quello del modello dell’anno scorso, salvo qualche sfarzo estetico insignificante. Naturalmente, ciò lascia al Scar 18 le stesse qualità positive e negative del suo predecessore, risultando in un’aspetto generalmente buono.

Con una larghezza di 40cm, una lunghezza di 29,5cm e uno spessore di 2,3cm, il Scar 18 è un sistema veramente imponente, e la sua grandezza è adeguatamente accompagnata dal suo peso considerevole di 3,1kg. Tuttavia, sorprendentemente è uno dei laptop da 18 pollici più piccoli e leggeri lanciati quest’anno, superato solo dal Razer Blade 18 per la minore impronta sul desktop.

Nonostante la sua portabilità relativa, non vorresti portare regolarmente in giro il Scar 18 mentre rimane scomodo da portare in uno zaino o a mani nude, specialmente con il suo grande adattatore A/C. Il suo aspetto mi fa esitare all’idea di portarlo fuori da un ambiente di gioco, poiché è tutto tranne che discreto anche con la luce RGB spenta. Questo potrebbe non infastidire tutti, ovviamente, ma chi cerca un look più raffinato sarebbe più a suo agio con la linea di laptop ROG Zephyrus G dell’azienda.

Estetica a parte, Asus ha senza dubbio fatto un ottimo lavoro nell’assemblaggio del Scar 18 con materiali di qualità. Il coperchio in alluminio e la base in plastica resistono bene alla flessione e sono piacevoli al tatto, mentre il rivestimento anti-impronte aiuta a tenere lontano le macchie. La finitura semitrasparente sulla base è un tocco fresco, permettendoti di dare un’occhiata agli interni per cui stai pagando così tanto, ma avrei preferito un pezzo abbinato di alluminio o lega di magnesio opaco per una sensazione premium aggiuntiva.

Il coperchio del ROG Strix Scar 18 (2024), mostrando il logo RGB (in alto a destra) e la barra (in basso)

Anche se questa scelta di materiale è tipica dei laptop da 18 pollici più economici, come il Scar 18, sei sfortunato se stai cercando un sistema più costoso, a meno che non scendi a un modello da 16 pollici e passi alla gamma Zephyrus G, o opti per un concorrente più costoso.

Intanto, scrivere e giocare sulla tastiera chiclet è un’esperienza decente, ma vorrei che i produttori di laptop abbandonassero le tastiere a dimensioni intere a favore di un layout TKL. Farlo libererebbe spazio tra i tasti per un’esperienza più confortevole e consentirebbe di avere un trackpad più grande centrato sul telaio. Questo design creerebbe anche spazio per un posizionamento degli altoparlanti aggiuntivo o alternativo, di cui il Scar 18 ha disperatamente bisogno.

Due woofer rivolti verso il basso e due tweetter rivolti in avanti compongono l’array di altoparlanti del Scar 18. Sebbene i woofer offrano bassi soddisfacentemente potenti nei giochi e nella musica, i tweetter semplicemente non sono abbastanza forti o bilanciati. Questo diventa più un problema quando le ventole si accelerano, poiché gli altoparlanti si trovano proprio accanto alla presa d’aria posteriore, offuscando ulteriormente i tweetter già poco convincenti.

Inoltre, una piccola lamentela riguarda l’assenza di comodità biometriche per il Scar 18. L’omissione di uno scanner di impronte digitali sarebbe stata più facilmente perdonata se Asus avesse incluso una webcam in grado di supportare Windows Hello, ma l’azienda ha invece lasciato invariata la modesta telecamera da 720p.

Una vista ravvicinata degli adesivi Intel Core i9 e Nvidia GeForce RTX sul ROG Strix Scar 18 (2024)

Specifiche ROG Strix Scar 18 (2024)

Le prestazioni sono la massima priorità per il ROG Strix Scar 18 (2024) e certamente non lesina sulle specifiche. È disponibile in tre configurazioni, con le uniche differenze principali tra loro riguardanti la GPU e la RAM. La configurazione di base (G834JZR-XS96) ti offre una Nvidia GeForce RTX 4080 e 16GB di RAM DDR5, mentre la configurazione più potente (G834JYR-XS98) raddoppia la memoria a 64GB e aggiorna la GPU a una Nvidia GeForce RTX 4090.

Per la nostra recensione, stiamo utilizzando la penultima configurazione (G834JYR-XS97), con una GeForce RTX 4090 e 32GB di RAM. Come tutte le altre configurazioni, però, abbiamo a disposizione un processore Intel Core i9 14900HX di prima linea (aggiornato rispetto all’Intel Core i9 13980HX dell’anno scorso). Il 14900HX ha un conteggio di core identico al 13980HX, nello specifico 8 core Performance e 16 core Efficient, ma tutti godono di velocità leggermente più alte nell’ordine dei 100-200MHz.

Specifiche ROG Strix Scar 18 (2024)
CPU Intel Core i9 14900HX (65W)
GPU Nvidia GeForce RTX 4090 (175W)
Display 18 pollici, 2.560 x 1.600, 240Hz, Mini LED
RAM 32GB (2 x 16GB) DDR5-5600
Memoria SSD NVMe M.2 PCIe 4.0 da 2TB
Porte
  • LAN 2.5Gb (x1)
  • Jack audio combo da 3,5mm (x1)
  • HDMI 2.1 (x1)
  • Thunderbolt 4 (x1)
  • USB 3.2 Gen 2 Type-A (x2)
  • USB 3.2 Gen 2 Type-C (x1)
Batteria 90WHrs
Sistema operativo Windows 11 Pro
Dimensioni (L x P x A) 40cm x 29,5cm x 2,3cm
Peso 3,1kg

Asus ha regolato la GeForce RTX 4090 e il Core i9 14900HX nel Scar 18 per funzionare ai loro pieni TDP, rispettivamente 150W e 55W, per un consumo totale di 205W. Tuttavia, attivando il profilo di prestazione ‘Turbo’ nel software Armoury Crate del laptop, la GeForce RTX 4090 riceverà alimentazione aggiuntiva di 25W per aumentare le velocità di clock, portando il suo consumo a 175W e il consumo totale a un imponente 230W. Con grande potenza arriva grande prestazione, naturalmente, come discuteremo una volta arrivati ai test.

Mentre la combo CPU e GPU del Scar 18 è fantastica, i frame rate sono ancora più facili da apprezzare sul suo nuovo display Mini LED. Questo è l’unico altro importante aggiornamento rispetto al modello dell’anno scorso, insieme al Core i9 14900HX, e non si può enfatizzare abbastanza quanto miglioramento apporti rispetto al pannello IPS della generazione precedente.

Vista laterale del ROG Strix Scar 18 (2024), mostrando le porte

Questo è uno schermo seriamente impressionante su cui fissare lo sguardo per ore, con la copertura a colori dello spazio molto ampia e accurata del display sRGB e DCI-P3 che regala ai giochi, film e tutto il resto una gamma di colori ricca. Ora il Scar 18 supporta anche l’HDR con questo display Mini LED, con oltre 2.000 zone di attenuazione nel suo schermo da 18 pollici, e sebbene i neri e il contrasto non siano proprio ai livelli degli OLED, sono abbastanza vicini e molto più luminosi al punto da non importare. Combina tutto questo con una risoluzione di 1600p e un refresh rate di 240Hz, e ti trovi di fronte a uno schermo sorprendentemente nitido e fluido.

Rivolgendoci al lato del Scar 18, troviamo un robusto set di porte che fornisce abbondanti porte per periferiche, monitor esterni e altro. L’Ethernet 2.5Gb e il jack audio combo da 3,5mm sono aggiunte benvenute per chi preferisce una connessione cablata piuttosto che Wi-Fi o Bluetooth, mentre le due porte USB 3.2 Gen 2 Type-A e la singola porta Type-C sono pronte per connettere le tue periferiche. Inserisci un cavo HDMI o USB Type-C DP Alt. e potrai collegare il Scar 18 a un secondo schermo.

Tekken 8, in esecuzione sul ROG Strix Scar 18 (2024)

Test ROG Strix Scar 18 (2024)

I nostri test del ROG Strix Scar 18 (2024) rivelano che questo è un laptop da gaming estremamente potente, in grado di offrire frame rate che lo collocano nello stesso campionato di una scheda grafica desktop Nvidia GeForce RTX 4070 Super abbinata a un AMD Ryzen 7 7800X3D.

Leggi di più su www.pcgamesn.com

Potrebbero interessarti