Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Palworld trova l’equilibrio tra umorismo consapevole e stupidità

Tempo di lettura: 4 minuti

Lo scorso fine settimana, Palworld è esploso sulla scena e ha immediatamente catturato l’attenzione di molti giocatori, me compreso. Milioni di persone ci hanno giocato nella prima settimana di lancio e la sua ascesa di popolarità è francamente sorprendente.

Essendo un giocatore principalmente di console, non sono molto informato su ciò che accade nello spazio PC, ma ricordo di aver sentito parlare del concetto di Palworld anni fa. Il gioco è stato presentato come “Pokemon con le pistole” e la sua premessa è stata subito trasmessa e facilmente comprensibile. All’inizio, il concetto sembra una parodia. Sembra il tipo di battuta che uno show come Family Guy farebbe su un gioco ridicolmente violento commercializzato per i bambini. Pensavo che l’idea fosse piuttosto insoddisfacente e che avrebbe esaurito rapidamente la sua utilità. Ma ora che Palworld è disponibile e le persone si stanno immergendo nel gioco, la mia opinione sul concetto di gioco è cambiata. Sì, il concetto è divertente, ma ciò che più apprezzo è il modo in cui Palworld trova il perfetto equilibrio tra stupidità e parodia.

La comicità è estremamente difficile da definire. Poiché l’umorismo è così soggettivo, qualcosa che una persona trova divertente può essere completamente imprendibile per altri. Per fare un esempio moderno, personalmente ritengo che Barbie sia stata una delle migliori commedie dell’anno scorso, ma mio padre (che si diverte con film come Cocaine Bear) non la troverebbe mai divertente. Quindi, creare un gioco con una premessa intrinsecamente comica è rischioso. Se qualcuno non trova la battuta divertente, non si impegnerà. Se invece lo trova divertente, è fantastico, ma per quanto tempo? La comicità è limitata e più si è esposti alla stessa battuta, più questa perde il suo impatto e la sua forza.

Three sheep-like creatures in a machine gun nest, each with a gun. This image was used as part of an article on if Palworld would eventually come to PlayStation 4 and PS5.

Anche se non è passata nemmeno una settimana, ciò che trovo sempre divertente di Palworld è l’impegno con cui si dedica alla battuta. Nonostante non si tratti realmente di sparare a questi Pokemon imitativi e sia più che altro un gioco di crafting, è divertente vedere i tuoi Pals fare cose che non accadrebbero mai in un gioco di Pokemon . Farli diventare miniere, farli lavorare nelle fabbriche e farli riprodurre è una parodia di cose che abbiamo visto o sentito dire nei Pokemon ma che non abbiamo mai sperimentato. Le persone sono sempre state curiose di sapere come funzionava il mondo dei Pokemon se la sua società era incentrata sullo sfruttamento di queste creature, e ora puoi scoprire come funziona in prima persona! C’è qualcosa di intrinsecamente sciocco nel prendere una pecora carina e coccolosa e metterla a lavorare in una vera e propria piantagione.

Naturalmente, anche la stupidità è presente in abbondanza. C’è qualcosa che cattura immediatamente l’attenzione quando un personaggio dei cartoni animati impugna una pistola realistica per sparare a una creatura coccolosa o quando si vedono i piccoli Pals schierarsi per difendere la loro base con fucili semiautomatici. Ammetto che si tratta di una gag visiva che è già stata fatta in passato. Ho ancora un bel ricordo dei meme sullo scambio di posti tra Isabelle e l’Ammazzadraghi che in pratica ripetevano la stessa identica battuta, ma è una battuta viscerale che colpisce. Non troverò mai che l’accostamento tra creature carine e coccolose e la potenziale violenza non valga almeno una risata.

Ma anche in questo caso, gran parte del vero umorismo di Palworld si concentra su ciò che il gioco permette ai giocatori di fare e su come possono sfruttarne le meccaniche. Durante lo scorso fine settimana, mentre ero a una festa, ho avuto una conversazione con una persona che aveva già dedicato più di una dozzina di ore al gioco. Gli ho chiesto cosa ne pensasse del gioco e mi ha risposto che gli piacevano tutte le cose ridicole che gli permetteva di fare. Così, per i due minuti successivi, ha parlato del commercio di schiavi umani che ha stabilito nel gioco.

A line of Cattiva working in Palworld

Ovviamente sono rimasto molto sorpreso dal fatto che si potesse fare una cosa del genere nel gioco. Non capivo perché il gioco fosse controverso finché non l’ho sentito parlare di come era riuscito a catturare diversi PNG e a venderli per ottenere piccoli vantaggi. È a dir poco scioccante, ma è assolutamente comprensibile che alcune persone lo trovino di cattivo gusto.

Io, invece, non lo trovo.

È una forma di umorismo shock. Una cosa così fuori dagli schemi come la cattura e la riduzione in schiavitù di PNG in un gioco in cui si dovrebbero catturare creature carine e coccolose, ancora una volta, può rasentare il cattivo umorismo. Tuttavia, come parodia di tutto e tutti i Pokemon, funziona. È stupido, ma ha senso viste le regole del mondo. L’umorismo polarizzante genera discussioni e conversazioni sull’argomento, sia che si tratti di film come Blazing Saddles o di giochi come Conker’s Bad Fur Day, e questi esempi sono considerati come alcune delle migliori commedie del loro tempo.

Non sto dicendo che Palworld passerà alla storia come un esempio di commedia nei videogiochi, ma è almeno un solido esempio di gioco intrinsecamente divertente senza esserlo davvero. Il concetto e le scelte di design si prestano molto all’umorismo e, se paragonato a Pokemon, le battute sono ancora più divertenti. Non si tratta di battute che fanno ridere a crepapelle, ma sono sufficienti a generare ricordi ed esperienze divertenti da condividere con gli altri. Quindi, quando vedo che le persone dicono che le battute e l’umorismo di Palworld iniziano e finiscono con “Pokemon con le pistole”, devo dissentire fortemente. Il suo umorismo polarizzante non è sicuramente adatto a tutti, ma la sua miscela creativa di idee ha chiaramente trovato un posto all’interno della comunità di gioco, nel bene e nel male. Ora vediamo quanto durerà.

Leggi di più su www.escapistmagazine.com

Potrebbero interessarti