Cerca
Close this search box.
I'm Not Sure What Sort Of Game Nightingale Is Yet, And That's Exciting

Non sono ancora sicuro di che tipo di gioco sia Nightingale, e questo è eccitante

Tempo di lettura: 4 minuti
I'm Not Sure What Sort Of Game Nightingale Is Yet, And That's Exciting

Nightingale è un gioco strano e mi incuriosisce. Si tratta di un gioco di sopravvivenza in senso moderno, un termine che è arrivato a includere una varietà di giochi molto più ampia di quella che le sue origini di sopravvivenza hardcore avevano previsto. Non è necessario mangiare cibo per sopravvivere in Nightingale, ma sarà difficile progredire senza consumare pasti speciali per ottenere i relativi buff. Non hai nemmeno bisogno di un riparo, ma il tuo edificio e i mobili al suo interno forniscono diversi potenziamenti. Si tratta di meccaniche fondamentali senza essere necessarie.

È strano perché, pur avendo capito come funzionano queste meccaniche, Nightingale le presenta in modo nuovo. Chiaramente ispirato ai giochi di ruolo di un tempo, in particolare al catalogo di Bioware (il che ha senso visto che Inflexion Games ospita diversi ex sviluppatori di Bioware), Nightingale ha una direzione artistica affascinante. È un mondo mitico, in cui puoi saltare da un regno all’altro, incontrare personaggi della storia reale (a un certo punto ti imbatti in Nellie Bly) e combattere enormi mostri. Puoi anche volare ovunque su un ombrello e modificare il tessuto stesso della realtà con carte che cambiano il gioco, una delle quali fa addirittura precipitare il mondo in una Luna di Sangue senza fine, dove i mostri sono più forti, ma il bottino è più ricco.

Durante lo Stress Test di Steam di un paio di settimane fa, ci sono stati alcuni timori che la grafica non fosse all’altezza delle aspettative della comunità, ma durante la mia esperienza di gioco mi sono trovato piuttosto soddisfatto della grafica in generale. I paesaggi sono sempre diversi da un regno all’altro e il ciclo meteorologico mantiene un’atmosfera dinamica nel tempo: mi è piaciuto particolarmente rintanarmi nella mia casetta mentre la grandine si abbatteva sul soffitto sopra la mia testa.

Puoi giocare a Nightingale da solo, ma gran parte del gioco è pensato per essere giocato con altre persone. Alcuni enigmi richiedono l’ascolto di toni musicali e questo è doppiamente facile se hai altre persone posizionate correttamente per risolvere la sequenza. Le battaglie con i boss sono enormi e, sebbene tu possa fare danni ingenti da solo, per questi incontri sono utili diversi tipi di danni e armi. I reami sono unici per ogni giocatore, quindi se hai degli amici con cui giocare, potrai esplorare più combinazioni di reami.

Nightingale puck character, fae creature

Di recente ho scritto che il rilascio di contenuti continui da parte di Nightingale in live-service farà la fortuna del gioco e, dopo aver giocato già diverse ore, è chiaro che il suo vero potenziale non è ancora stato sfruttato. Detto questo, ci sono già decine di ore di contenuti. Aaryn Flynn, CEO di Inflexion, mi ha detto che ci vorranno circa “50-60 ore” per raggiungere l’endgame di Nightingale.

La progressione è strutturata su missioni, crafting ed esplorazione di nuovi reami. I reami sono combinazioni di regole preimpostate (bioma Foresta, Deserto o Palude), con una carta Minore che determina il tipo di punti di interesse che puoi trovare. Ogni regno è generato proceduralmente e anche alcuni punti di interesse sono generati proceduralmente. I progetti di crafting si trovano completando gli enigmi e sconfiggendo i nemici. L’idea è quella di riportare tutto ciò che hai trovato in un hub centrale, creando essenzialmente dei ponti transdimensionali tra i reami, qualcosa che Flynn ha definito una sorta di “Via della Seta” durante la nostra sessione cooperativa.

Nightingale character on a cliff looking over ruins, a lake, and the sky

Mi sono divertito molto a potenziare lentamente il mio equipaggiamento. È un classico survival crafting. Nuovi strumenti ti permettono di ottenere nuovi minerali, nuovi minerali ti permettono di creare nuovi strumenti e così via. Detto questo, il combattimento non mi ha impressionato più di tanto. In un incontro ho dovuto sparare piccole pietre di marmo dalla mia fionda a un boss Automaton che si era incastrato in un muro. Il combattimento in mischia è piuttosto intenso e, visto il poco tempo che ho avuto a disposizione per giocare con le armi da fuoco, il loro lungo tempo di ricarica e la loro potenza li fa sembrare lenti, ma intenzionali. Tuttavia, per un gioco così incentrato sul combattimento, questa è un’area che a mio avviso necessita di ulteriori modifiche. Flynn mi ha detto, durante la sessione cooperativa, che il team sta ancora apportando modifiche al bilanciamento e, in generale, sembra che siano ricettivi nei confronti del feedback. Non ci resta che aspettare e vedere come si evolverà la situazione durante il periodo di accesso anticipato.

Per quanto riguarda la progressione, in ultima analisi si tratta di affrontare una storia con l’obiettivo finale di costruire una base enorme o di ottenere l’equipaggiamento migliore e più bello del gioco. È qui che il gioco inizia a cambiare leggermente. Di solito non mi interessa molto l’equipaggiamento in un survival crafter – i MMO hanno sempre soddisfatto meglio questa esigenza. Ma Nightingale ha alcuni elementi da MMO. C’è un hub endgame che supporta fino a 30 giocatori contemporaneamente, un luogo dove è possibile commerciare, chattare e unire le forze per affrontare i Vault endgame. Questi contenuti ripetibili ti permettono di macinare Essenze, che vengono utilizzate per acquistare nuovi oggetti e ricette di crafting.

Questo è il formato in cui verranno rilasciati i nuovi contenuti del gioco. Il successo di Nightingale dipende dalla velocità e dalla costanza con cui il team di Inflexion riuscirà a far arrivare i contenuti ai giocatori quando avranno raggiunto l’endgame. Potrai goderti il viaggio fino alla fine, esplorando gli strani regni e affrontando i mostri, ma è la promessa di un mondo rigiocabile all’infinito che mi entusiasma davvero di Nightingale. È qui che passa da un normale gioco di sopravvivenza, anche se con un alto valore di produzione e un fantastico design del mondo, a qualcosa di nuovo e originale.

Leggi di più su www.thegamer.com

Potrebbero interessarti