Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

La prima immagine del film Borderlands mostra Cate Blanchett con i capelli rossi che fissa un tombino

Tempo di lettura: 2 minuti
Sono state rilasciate due nuove foto del prossimo film di Borderlands.

Le foto, condivise da People, ritraggono entrambe il premio Oscar Cate Blanchett – con dei capelli rossi davvero invidiabili – nei panni della famigerata fuorilegge Lilith.

La prima foto mostra Lilith da sola, con un aspetto molto simile al suo personaggio nel gioco.

Gestisci le impostazioni dei cookie

Newscast: Cosa ne pensiamo del lancio morbido della Xbox multipiattaforma di Microsoft? Guarda su YouTube
Nella seconda foto, invece, la Blanchett è affiancata dai suoi compagni di cast mentre fissano tutti un tombino. Ricorda molto l’immagine del film Holes del 2003.

La Blanchett è affiancata da Kevin Hart nel ruolo del soldato Roland, Ariana Greenblatt nel ruolo della demolitrice preadolescente Tiny Tina, Florian Munteanu nel ruolo della guardia del corpo di Tina, Krieg, Jamie Lee Curtis nel ruolo della scienziata Tannis e Jack Black nel ruolo del robot Claptrap.

“Il destino dell’universo potrebbe essere nelle loro mani, ma combatteranno per qualcosa di più: l’uno per l’altro”, si legge nella sinossi del film in uscita il 9 agosto.


Lilith in Borderlands film

Immagine: Lionsgate


Borderlands cast stare down a manhole

L’adattamento di Borderlands ha una storia un po’ travagliata. Un film di Borderlands è stato annunciato per la prima volta nel 2015 e poi non è successo nulla per cinque anni.

Nel 2020, Gearbox ha annunciato che il regista di Hostel Eli Roth avrebbe diretto l’adattamento da una sceneggiatura di Craig Mazin, noto soprattutto per il suo lavoro su The Last of Us e Chernobyl. È stato promesso un “evento fresco, avvincente e cinematografico per gli spettatori e i fan del gioco”.

Da quando si sono concluse le riprese principali, il progetto ha visto l’ingresso di altri scrittori che si sono occupati in qualche modo della sceneggiatura. È stato confermato che Tim Miller, il regista di Deadpool, ha preso il posto di Roth, che si è dedicato ad altri progetti, quando sono iniziate le riprese.

L’anno scorso, poi, è stato riferito che Mazin aveva cercato di prendere le distanze dall’adattamento di Borderlands utilizzando uno pseudonimo al posto del suo vero nome.

Mazin ha poi smentito questa notizia, affermando che è “falsa”.

“Non sono uno scrittore accreditato per il film, quindi non posso rivendicare alcun tipo di paternità di ‘Borderlands’, tanto meno di ‘co-scrittura’”, ha dichiarato Mazin. “Ho visto la notizia dello pseudonimo, che è falsa. Non ho usato uno pseudonimo. Se il nome in questione è davvero uno pseudonimo, posso solo dire che… non è mio”

Leggi di più su www.eurogamer.net

Potrebbero interessarti