Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Il successo di Ori and the Blind Forest ha salvato Moon Studios dalla bancarotta e i due giochi hanno venduto 10 milioni di copie

Tempo di lettura: 2 minuti

Ori è stata una delle serie di Metroidvania di maggior successo di tutti i tempi. E probabilmente Moon Studios non sarebbe oggi nel settore se non fosse stato per il successo commerciale del primo gioco.

Come ha scritto il CEO e direttore creativo di Moon Studios Thomas Mahler su X durante il fine settimana, se Ori and the Blind Forest “avesse fatto flop all’epoca, saremmo andati in bancarotta come studio”

Ha fatto notare che l’intera serie, composta da Blind Forest e dal suo sequel Ori and the Will of the Wisps, ha venduto circa 10 milioni di copie a livello globale. Questo “la rende probabilmente la serie di Metroidvania di maggior successo mai realizzata”, ha aggiunto Mahler.

Non è chiaro il numero di copie vendute da ciascun gioco e come le cifre siano suddivise tra le varie piattaforme. Mahler ha detto che inizialmente Blind Forest ha avuto un lancio non proprio eccezionale su Nintendo Switch perché il giorno dell’uscita “Ori non si trovava da nessuna parte sulla pagina del negozio e se cercavi ‘Ori’, trovavi solo ‘Paper Mario: Origami King”

Moon Studios è stato co-fondato da Thomas Mahler e Gennadiy Korol nel 2010. All’inizio il team ha realizzato diversi prototipi, cercando di proporli agli editori. Uno di questi, un platform chiamato Sein, ha attirato l’attenzione di Microsoft, che ha accettato di finanziare il gioco.

Sein si è poi trasformato in Ori and the Blind Forest, un Metroidvania che ha richiesto circa quattro anni di sviluppo. Lanciato nel marzo 2015, ha ricevuto il plauso della critica ed è diventato redditizio per Microsoft appena una settimana dopo l’uscita; anche a Moon Studios sono bastate un paio di settimane di vendite per diventare redditizio.

Il successo di Blind Forest non solo ha permesso allo studio di rimanere a galla, ma lo ha anche aiutato ad aumentare le dimensioni del suo team e a creare un ambizioso sequel. Will of the Wisps, anch’esso pubblicato da Xbox e uscito nel marzo del 2020, ha ricevuto un consenso ancora maggiore ed è ora considerato uno dei migliori Metroidvania di tutti i tempi.

Mahler ha anche recentemente sottolineato che Moon Studios ha sempre voluto rimanere indipendente. Anche nonostante il successo mondiale di Ori, non hanno mai pensato di vendere l’azienda a un grande editore. “Abbiamo sempre voluto fare la nostra fortuna”, ha detto Mahler. “La nostra ascesa o il nostro declino dovrebbero essere nelle nostre mani, non basarsi sugli azionisti!”

Moon Studios, che attualmente impiega oltre 80 persone, si sta preparando a lanciare il suo terzo gioco, l’RPG d’azione con elementi simili a Souls No Rest for the Wicked. Il lancio è previsto per il 16 aprile 2024.

Leggi di più su gameworldobserver.com

Potrebbero interessarti