Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

GameMaker lancia la licenza commerciale a tariffa unica, mentre altri game engine fanno “mosse maldestre” con i loro prezzi

Tempo di lettura: 3 minuti
GameMaker ha riservato una sorpresa speciale per il giorno del Ringraziamento alla sua comunità, annunciando importanti modifiche al suo modello di prezzi. Il team ha deciso di fare il contrario di quello che fanno altri produttori di motori.
As other engines make

Cosa è successo?

Il 21 novembre GameMaker ha pubblicato un post sul suo blog in cui illustra le due principali modifiche al modello di prezzi del suo motore 2D:

  • Il motore sarà completamente gratuito per uso non commerciale su tutte le piattaforme, ad eccezione delle console;
  • Gli sviluppatori indie e hobbisti che vogliono guadagnare con i loro giochi dovranno pagare una tariffa unica (99,99 dollari) per una licenza commerciale.

Se gli sviluppatori hanno bisogno di esportare i loro progetti commerciali su console, dovranno pagare 79,99 dollari al mese (799,99 dollari all’anno) per un abbonamento Enterprise. Tuttavia, per accedere alle funzionalità di esportazione su console, è necessario essere uno sviluppatore registrato per la piattaforma selezionata (PlayStation, Xbox, Nintendo Switch).

GameMaker pricing model explained: Free, one-time Pro license, and Enterprise plan

“La versione gratuita serve come punto di ingresso per i principianti, il canone commerciale una tantum è per i più curiosi, mentre il livello Enterprise basato sull’abbonamento offre un’opzione scalabile per gli sviluppatori più esperti e i professionisti”, ha spiegato Russell Kay, responsabile di GameMaker.

In poche parole, la versione gratuita del motore ha solo due limitazioni: l’uso non commerciale e le piattaforme diverse dalla console (Windows, macOS, Linux, iOS, Android, HTML5, GX.games, ecc.)

Il creatore di GameMaker, YoYo Games, ha introdotto per la prima volta il piano gratuito nel 2021, ma non permetteva agli sviluppatori di condividere copie eseguibili dei loro giochi o di vendere risorse sul marketplace. Nell’ottobre dello stesso anno ha lanciato anche la piattaforma GX.games per gli sviluppatori indie che utilizzano GameMaker Studio 2.

Con le ultime modifiche, l’azienda non solo ha ampliato la licenza non commerciale (ora puoi esportare il tuo progetto su GX.games), ma ha anche semplificato i livelli Professional ed Enterprise.

GameMaker è stato utilizzato per realizzare alcuni giochi indie di successo come Katana Zero, Undertaile, Forager, Chicory: A Colorful Tale e Post Void.

Perché GameMaker sta modificando il suo modello di prezzi?

Da quando Opera ha acquisito YoYo Games per 10 milioni di dollari nel 2021, il motore ha visto triplicare la sua base di utenti attivi. Inoltre, sono stati pubblicati oltre 6.000 giochi sulla piattaforma GX.games. Quindi il nuovo modello di prezzi è il modo in cui GameMaker dice “Grazie!” alla comunità.

“Abbiamo visto altre piattaforme fare mosse imbarazzanti per quanto riguarda i prezzi e le condizioni, quindi abbiamo pensato: e se facessimo il contrario, qualcosa che potrebbe essere davvero positivo per gli sviluppatori?” Ha dichiarato Kay. “Il nostro successo si misura dal numero di persone che creano giochi!”

La parte delle “mosse scomode” è probabilmente una frecciatina a Unity, che all’inizio dell’anno ha deciso di addebitare i costi per installazione con il suo nuovo modello Runtime Fee. La mossa ha provocato un forte contraccolpo nella comunità, tanto che alcuni sviluppatori indie hanno pensato di migrare verso altre piattaforme, tra cui GameMaker. A settembre, Re-Logic, produttore di Terraria, ha donato 200.000 dollari ai motori Godot e FNA, affermando di non poter ignorare “le mosse predatorie fatte contro gli studios di tutto il mondo”

L’introduzione della Runtime Fee ha inoltre costretto Unity a rivedere gli elementi più controversi del modello e ha portato alle dimissioni del CEO John Riccitiello. GameMaker sta ora cercando di attirare più sviluppatori, soprattutto indipendenti, rendendo il suo motore più flessibile e più facile da usare sia per i principianti che per i professionisti.

Altri annunci e chiarimenti importanti

  • Oltre alle modifiche ai prezzi, GameMaker ha deciso di rendere tutti i suoi bundle di risorse gratuiti per tutti.
  • Gli sviluppatori potranno anche utilizzare il motore per creare sfondi animati per Windows e per il browser Opera GX.
  • Anche la versione gratuita di GameMaker non ha un watermark (“Se ti va di aggiungere uno splash screen o il nostro logo da qualche parte, però, te ne saremo molto grati”).
  • Gli sviluppatori che attualmente pagano per i vecchi livelli Creator o Indie potranno acquistare una licenza Professional una tantum o iscriversi al livello Enterprise una volta scaduto l’abbonamento.
  • GameMaker offrirà ai suoi clienti uno sconto per la licenza unica in base a quanto hanno pagato in precedenza per gli abbonamenti. “Se hai trascorso un anno con il nostro vecchio livello Indie, ti verrà automaticamente concessa una licenza Professional gratuita”, ha spiegato l’azienda.

Leggi di più su gameworldobserver.com

Potrebbero interessarti