Cerca
Close this search box.
Yars Rising completely reimagines an Atari classic

Yars Rising ripropone completamente un classico di Atari

Tempo di lettura: 2 minuti
Yars Rising completely reimagines an Atari classic

Atari sta riportando in vita il suo classico del 1982 Yars’ Revenge con il suo ultimo gioco, Yars Rising. La rielaborazione moderna è sviluppata dallo sviluppatore della serie Shantae della WayForward ed è prevista per il lancio su PC e console non specificate quest’anno.

Yars’ Revenge è uno dei titoli più iconici di Atari. Prima pubblicato sull’Atari 2600, il gioco sparatutto vede i giocatori controllare l’insettoide Yar e mangiare uno scudo intorno a un cannone per distruggerlo. La proprietà è stata riportata in vita alcune volte da allora. Nel 2011, Atari ha dato alla serie un riavvio moderno mal ricevuto dalla critica. Ha avuto maggior successo nel 2022 con Yars: Recharged, un vero sequel all’originale. Yars Rising è qualcosa di completamente diverso, essendo una rielaborazione totale della serie.

Il progetto è un Metroidvania 2D in cui i giocatori controllano un hacker di nome Emi Kimura incaricato di infiltrarsi nella losca azienda Qotech. Qui si punta molto sulla narrazione, con Atari che sottolinea il “mistero sci-fi espansivo” del gioco. A tutt’oggi non è chiaro come questa storia si colleghi al gioco originale, ma sembra che Emi possa avere qualche legame con le razze aliene presenti nel gioco del 1982.

Un mini-gioco in Yars Rising presenta un richiamo a Yars' Revenge.
Il gameplay sarà molto diverso da quello del classico di Atari. Viene descritto come un Metroidvania con un focus su piattaforme, combattimento e stealth. Inoltre, includerà alcuni “mini-giochi ispirati al retrò”, che naturalmente includono un omaggio giocabile al gioco originale. Nulla di tutto questo dovrebbe sorprendere se conosci lo studio alle spalle, poiché la WayForward si specializza in giochi retrò a scorrimento laterale.

Yars Rising è previsto per il lancio alla fine del 2024 su PC e console.

Leggi di più su www.digitaltrends.com

Potrebbero interessarti