Il noto giornalista di Windows Central, Jez Corden, da sempre una grande fonte di notizie nel mondo Xbox, ha recentemente svelato l’intenzione di Microsoft nell’aggiornare i server di xCloud, passando dalla tecnologia Xbox One a quella Xbox Series X.

In questo modo, il servizio di gaming in streaming potrebbe avvicinarsi, se non addirittura eguagliare e superare, le performance del suo diretto rivale, Google Stadia.

Google Stadia ha ricevuto numerose critiche fin dal suo lancio, ma la maggior parte di esse si sono sempre focalizzate sul modello di business, la scarsa libreria e l’assenza di feature degne di nota. Quasi nessuno, avendo a disposizione una connessione di tutto rispetto, si è mai lamentato delle performance di gioco.

xCloud, di contro, poteva vantare l’intera libreria di Xbox Game Pass, ma l’architettura dei suoi server era comunque limitata dall’hardware Xbox One, per questo non era possibile raggiungere risoluzioni e framerate elevati.

Secondo Jez Corden, Microsoft starebbe approfittando della scarsa disponibilità di semiconduttori, per aggiornare i server di xCloud con i componenti di Xbox Series X e portarsi avanti nell’offerta streaming.

L’insider conclude dicendo che i primi test pubblici arriveranno entro la fine dell’anno e che, quando ciò avverrà, il divario fra xCloud e Stadia sarà pressocchè nullo.

Sebbene queste dichiarazioni debbano essere tenute in considerazione al pari di un rumor, Microsoft ha da tempo espresso il desiderio di aggiornare l’offerta xCloud con l’hardware Series X, quindi era solo questione di “quando”, piuttosto che di “se”.

Secondo voi, cosa succederà a Stadia se xCloud riuscirà ad eguagliarla in qualità? Ci sarà sempre rivalità, oppure la sfida avrà un vincitore definitivo?

Fonte: Twitter

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi