Xbox Series X e Xbox Series S sarà disponibile in Italia in prossimo 10 novembre. La console è attesa da moltissimi appassionati e, per quanto sappiamo fino a questo momento, sembra essere una macchina da gioco di qualità incredibile. Non dobbiamo però dimenticarci che ogni confezione includerà anche un’altra cosa: il controller! Jeff Grubb, giornalista molto attivo sia su Twitter che su YouTube, ha rilasciato le sue impressioni proprio su di esso. Pronti a scoprire cosa ne pensa?

Xbox Controller

Potete ascoltare voi stessi le impressioni di Grubb nel video, oppure potete leggere il nostro riassunto poco sotto.

Il peso

Prima di tutto, Grubb spiega cosa ne pensate del peso del controller Xbox. Il giornalista afferma che i designer hanno intelligentemente spostato il peso verso le impugnature, così da permettere una presa più salda e comoda. Inoltre, il materiale scelto da Microsoft per questo nuovo modello di controller ha un ottimo grip sulle dita.

Il d-pad

Grubb ci parla poi del d-pad che, come già avevamo visto, è molto simile a quello dell’Elite Controller. La sua struttura concava permette input precisi, sopratutto perché le diagonali pretendono una pressione specifica: niente più comandi involontari.

Xbox Series X

I tasti dorsali

Si parla poi dei dorsali: in tal senso le differenze non sono enormi, ma secondo Grubb le forme dei tasti sono più arrotondate. Questo li rende più comodi per chi ha mani più piccole, ma al tempo stesso non è più scomodo per chi ha mani grandi. In sostanza, è un altro passo in avanti.

Il tasto share di Xbox Series X

Si passa poi alla vera aggiunta del controller Xbox Series X: il tasto Share. Quest’ultimo è infatti non è presente nel controller di Xbox One. Si tratta di un tasto che permette con una pressione di catturare uno screenshot mentre con una pressione prolungata si può registrare la sessione di gioco in corso. La forza è diversa rispetto ai tasti vicini, quindi è facile da trovare tramite il tatto.

Potete prenotare Xbox Series X | S su Amazon Italia.

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi