Attendendo pazientemente che la next gen apra finalmente le proprie porte, sia Sony che Microsoft stanno alimentando l’interesse verso le proprie nuove console in uscita il mese prossimo. Mentre la compagnia giapponese si è affidata alla catena Burger King per un simpatico teaser, Microsoft dal canto suo ha pubblicato in un recente nuovo post alcune informazioni aggiuntive sul futuro prossimo della retrocompatibilità di Xbox Series X.

Come viene spiegato all’interno del comunicato, Microsoft ha intenzione di abbandonare l’obbligo dell’iscrizione al proprio servizio Xbox Live Gold per poter portare i salvataggi dei giochi Xbox 360 sulle nuove console in arrivo Xbox Series X e Series S. Questo elemento va a chiarire ulteriormente come funzionerà la retrocompatibilità sulle console di prossima generazione Microsoft, che vi ricordiamo saranno in grado di proporre una ludoteca che comprende ben 4 generazione Xbox.

Xbox Series X Xbox Series S

Per quanto riguarda la fruizione dei titoli delle scorse generazioni su Xbox Series X e Series S, le console next gen sapranno apportare tutta una serie di miglioramenti sia prestazionali, che visivi. Il post di Microsoft parla di giochi che ne guadagneranno in termini di HDR e di migliorie grafiche. Viene anche posto l’esempio di Fallout 4, che su Xbox Series S girerà a un framerate raddoppiato rispetto alla generazione scorsa, andando a raggiungere i 60 FPS.

Quelle proposte da Microsoft questa sera, sono state delle precisazioni molto importanti e che vanno a rendere ancor più chiaro il funzionamento della retrocompatibilità sulle nuove console. Ora non ci resta che attendere il prossimo 10 novembre, quando Xbox Series X|S debutteranno sul mercato e nelle case dei videogiocatori. Cosa ne pensate delle ultime informazioni rilasciate da Microsoft? Diteci la vostra con un commento nella sezione dedicata.

Mentre Xbox Series X rimane ancora sold out, potete prenotare la vostra nuova e fiammante Xbox Series S comodamente su Amazon a questo indirizzo.

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi