Ieri il mondo dei videogame è stato sconvolto dall’arrivo di un’enorme leak legato a Xbox Series X e Xbox Series S, la console only digital di Microsoft. La società di Redmond ha rapidamente confermato tutte le informazioni, colpendo i giocatori per la sua elasticità e prontezza, tanto da far pensare che forse i leak erano voluti. Be’, non è affatto così.

Brad Rossetti, Xbox Operations Services Program Manager di Microsoft, ha commentato la questione con parole abbastanza dure. Eccole in traduzione: “Noi tutti abbiamo tentato il più possibile di non farci sfuggire informazioni: gestire programmi mondiali è dura e i leak sono veramente frustranti. Certo, avete avuto il vostro scoop, ma così tante persone hanno cercato di tenerlo nascosto per delle valide ragioni. Fine dello sfogo, ritorno a preoccuparmi per la mia famiglia”.

Non è la prima volta che una persona coinvolta nell’organizzazione per la presentazione di console o videogame si lamenta pubblicamente per i leak. Purtroppo l’industria dei videogame è sempre più veloce e il pubblico non vuole rimanere a secco di informazioni interessanti e molti cercano di accaparrarsi tali scoop per primi, facendo partire una caccia al leaker/insider.

Dal punto di vista dell’utenza, tutto quello che conta è ottenere le informazioni, ma per le società un leak potrebbe significare mesi e mesi di lavoro sprecati o, nel peggiore dei casi, una condivisione di informazioni non controllata che genera riscontri negativi. Come si svela una novità è tanto importante quanto il cosa.

Xbox Series S

In questo caso, fortunatamente, Microsoft ha gestito ottimamente le informazioni del leak con una certa ironia e il pubblico ha apprezzato il prezzo molto basso della console. Diteci, anche voi avete apprezzato Xbox Series S, oppure siete convinti che Xbox Series X sia la scelta migliore tra le due macchine da gioco?

Potete acquistare una Xbox One X su Amazon Italia.



[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi