Diverse community di giochi hanno aiutato persone che cercano supporto per condividere i propri problemi con altri: tra questi ci sono World of Warcraft e una particolare gilda. L’idea è nata dieci anni fa all’interno di una gilda di World of Warcraft, chiamata “Anxiety Gaming“, dopo che un membro di questo gruppo si era tolto la vita a causa del costo eccessivo dei servizi di salute mentale a cui non poteva accedere. In America si tratta di un problema comune: quasi il 70% di tutti gli adulti e adolescenti cercano assistenza, spesso non trovandola per via del costo.

Il neuroscienziato, leader della gilda e ora fondatore di RAD “Rise Above the Disorder“, Jason Docton, ha spiegato come è nata questa organizzazione e qual è la sua mission. Il gruppo ha iniziato con una serie di crowdfunding per finanziare le cure per la salute mentale per coloro che sono venuti da loro chiedendo aiuto, iniziando dalla loro gilda di World of Warcraft e poi espandendosi a League of Legends, attirando rapidamente l’interesse a livello globale.

Questo crowdfunding ha avuto un tale successo che nel 2016 hanno ospitato Legends vs. Dragons, un evento di beneficenza in cui la famosa band Imagine Dragons ha affrontato i primi cinque giocatori di League of Legends e ha raccolto oltre $ 125.000. Nonostante questo successo impressionante, portare avanti è stata una lotta, ed i fondatori di RAD non sono stati in grado di raccogliere i fondi per continuare allo stesso modo.

Tutto è cambiato quando abbiamo ricevuto un’email da questo diciannovenne in Georgia“, ha spiegato Docton. “Aveva deciso di restare a casa una sera, mentre i genitori ed i suoi nonni erano andati a cena fuori. Sfortunatamente hanno avuto un orribile incidente d’auto e non sono sopravvissuti. Questo ragazzo si è trovato solo, viveva nella Georgia rurale e nessuno si prendeva cura di lui“.

Il team di Docton ha investito tutti i fondi e gli sforzi rimanenti nel tentativo di aiutare questo ragazzo, ma sfortunatamente, una serie di ostacoli e dopo essere stato costretto ad una vita da senzatetto, il giovane ragazzo ha deciso di togliersi la vita. “Questa vicenda ha colpito l’intero gruppo“, ha detto. “Non aveva senso che un adolescente fosse lasciato morire perché non poteva permettersi cure per la salute mentale“.

Così il gruppo si è rimboccato le maniche per aiutare quante più persone, non solo in America. RAD ha ora aiutato oltre 36.000 persone in 133 paesi e il loro programma vanta un tasso di successo superiore del 30% rispetto ai programmi di terapia tradizionale. Docton afferma che è la comunità di gioco che ha tenuto in vita RAD, descrivendo Twitch come “la spina dorsale della nostra organizzazione”. A quanto pare, il 74% delle persone ha scoperto i programmi RAD tramite Twitch, con oltre l’80% del finanziamento totale derivante dalla raccolta di fondi da parte dei content creator.

Attualmente RAD ha in programma una serie di eventi che si svolgeranno nel mese di maggio e che serviranno a raccogliere fondi. Il gruppo lavorerà con famosi content creator, inclusi gli streamer xQc, Sweet Anita e AustinTalkShow: i dettagli non sono ancora stati pubblicati, ma potete seguire l’aggiornamento attraverso la loro pagina.

Fonte: Dexerto

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi