Con l’arrivo della nuova generazione, Warframe è stato uno dei primi titoli ad aggiornarsi alle console appena uscite. Non che l’esperienza su PC sia dissimile da quello che troverete su PlayStation 5, ma gli utenti PS4 che passeranno alla nuova ammiraglia troveranno tutta una serie di ottimi motivi per rimettere mano al gioco di Digital Extremes. Se siete arrivati sulle nostre pagine in cerca di titoli su cui rodare le nuove tecnologie, non vogliamo farvi davvero sfuggire Warframe dalle mani (anche perché è gratis) e perciò di seguito troverete sia le principali novità della nuova versione di gioco, sia qualche pratico consiglio per iniziare a giocare da zero.

Warframe Next-Gen, cosa cambia?

L’aggiornamento per Warframe che porta il gioco a una nuova versione è attualmente disponibile solo su PlayStation 5 e arriverà più avanti su Xbox Series X, tuttavia il cambiamento sarà sempre lo stesso per entrambe le versioni. Innanzitutto i tempi di caricamento saranno tutti ridotti considerevolmente, specie nelle zone Open World come Deimos, Fortuna e Cetus dove per passare dall’hub alla zona aperta poteva richiedere anche diversi minuti a seconda della propria console. Ed è in queste aree, ormai note come la parte migliore di Warframe per osservare i cambiamenti tra una patch e l’altra, che potrete ammirare il lavoro dietro il ringiovanimento del motore grafico.

Ora PlayStation 5 – e in futuro Xbox Series X – non ha nulla da invidiare alla controparte PC e godranno dello stesso livello di dettaglio costruito in anni e anni di ottimizzazioni. Certo, alcune delle aree più vecchie rimangono esattamente dove sono, ma visitando Deimos o il rework delle navi Corpus potrete notare la netta differenza nei tileset recenti. Illuminazione, nitidezza delle texture, fluidità delle animazioni e altri piccoli tocchi sono un bel vedere per gli occhi, ma nel gameplay di Warframe era essenziale poter garantire i 60fps e stavolta, anche in 4K, la prestazione è garantita in tutte le aree attualmente disponibili.

In un modo o nell’altro, l’esperienza su console ne esce rinvigorita e quasi vicina a quello che potrebbe essere definito come un gioco completamente diverso, specie per chi non ha mai provato la creatura di Digital Extremes fuori dall’ecosistema PlayStation o Xbox. È importante sottolineare, specie in prossimità del lancio della nuova generazione, che il supporto al crossplay tra i marchi è garantito. Perciò, se passate a PlayStation 5 potrete tranquillamente giocare anche con gli utenti su PlayStation 4, senza bisogno di cambiare account e importando tutti i progressi che avevate accumulato.

Il cambiamento più particolare ed evidente all’esperienza di Warframe lo porta però il DualSense di PlayStation 5. Digital Extremes ha garantito il totale supporto alle funzioni del controller di Sony e adesso i grilletti adattivi simuleranno il grilletto delle armi disponibili nel gioco. Un’impresa davvero non da poco considerando la gigantesca varietà di armamenti attualmente presenti sul mercato dei Tenno, sebbene alla lunga possa risultare più scomodo sentire il grilletto vibrare a velocità supersoniche per via delle Modifiche avanzate. Tuttavia è comunque una caratteristica degna di lode, sulla quale i sviluppatori promettono di espandere simulando i vari terreni dei pianeti e incrementando gli scenari d’utilizzo per le vibrazioni.

Consigli per i nuovi giocatori e per chi ritorna

L’aggiornamento alla next-gen potrebbe essere un motivo sufficiente per provare Warframe o ritornarci dopo una lunga assenza, giusto per rispolverare il vecchio account e avere a che fare con uno dei pochi titoli che al momento sfruttano le potenzialità del DualSense. Cosa fare per prima cosa?

Innanzitutto uno dei vostri primi obiettivi, per quanto generale possa sembrare, è puntare a completare ogni singolo nodo del Sistema Solare. Non solo perché questo vi sbloccherà pian piano tutti i contenuti disponibili nel gioco, ma perché i nodi del Sistema contribuiscono al punteggio Maestria, il quale è una sorta di indicatore del livello del vostro account che si riempi in base a quanti “oggetti” portate al livello massimo. Warframe, Armi, Compagni, Accessori, qualsiasi cosa abbia un livello da 0 a 30 contribuirà al rango Maestria e il catalogo da cui prendere EXP è decisamente vasto. Andando avanti con la progressione del Sistema Solare sbloccherete già diverse armi e progetti, nonché parti Warframe da utilizzare per costruire nuove armature.

Chi ritorna nel gioco potrebbe immediatamente puntare a tutte quelle zone Open World che non ha avuto modo di vivere prima, partendo dalla prima Cetus con le Pianure degli Eidolon fino a Deimos nei pressi di Marte. Tutte e tre non richiederanno così tanto tempo per essere sbloccate e il consiglio di esplorare bene è sempre valido, specie perché…

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi