Home News Vanguard, il prossimo gioco di Remedy, punta a superare i limiti della co-op

Vanguard, il prossimo gioco di Remedy, punta a superare i limiti della co-op

Dopo Control, lo studio finlandese Remedy, conosciuto per lo più per i suoi giochi in single player, ha intenzione di uscire dalla propria comfort-zone con Vanguard, prossimo titolo co-op attualmente in sviluppo.

Il CEO dell’azienda, Tero Virtala, ha dichiarato in un’intervista che uno dei problemi che devono affrontare i titoli cooperativi è assicurarsi che i giochi durino abbastanza a lungo. Sebbene Remedy sia meglio conosciuto per i suoi giochi single player basati sulla narrativa come Max Payne e Control, una delle prossime uscite dello studio è Vanguard, un titolo cooperativo free-to-play. “Il gioco multiplayer è uno spazio altamente competitivo, soprattutto quando si parla di PvP o di giochi di squadra contro squadra, ma nello spazio cooperativo ci sono alcuni giochi di grande successo“, ha detto Virtala.

C’è una ragione chiara per questo: in PvP e team-vs-team, la creazione di contenuti non è un grosso problema perché gli altri giocatori sono i contenuti – stanno sempre rendendo l’esperienza nuova, sessione dopo sessione. Nei giochi cooperativi, la sfida è spesso la quantità di contenuti. Per creare esperienze durature, lo sviluppatore non può fare affidamento esclusivamente sul crafting e rendere unico ogni singolo livello e missione perché non è tipicamente un percorso sostenibile. Abbiamo visto che ci sono spesso domande irrisolte su come potrebbe essere realizzato un gioco come servizio. Se riusciamo a risolvere questi problemi, se riusciamo a portare il modo in cui raccontiamo le storie attraverso il mondo di gioco e la sua esplorazione, questi elementi potrebbero essere utilizzati meglio in co-op e PvP“.

control

A dicembre dello scorso anno, il titolo più recente di Remedy, Control, ha venduto 2 milioni di copie. Sebbene lo studio sia soddisfatto delle prestazioni del gioco, Virtala afferma che non è ancora diventato un “grande successo”.

Fonte: VG247

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Nessun commento

Rispondi