Cerca
Close this search box.

Un ricercatore dell’industria afferma che Final Fantasy 7 Rebirth sta “sottoperformando”

Tempo di lettura: 2 minuti

Final Fantasy 7 Rebirth ha venduto “circa la metà” delle vendite del suo predecessore Remake nello stesso periodo.

Questo secondo l’analista del settore Daniel Ahmad, che ha confermato oggi che l’RPG molto atteso sta “sottoperformando sul fronte delle vendite”.

Recensione di Final Fantasy 7 Rebirth – Recensione senza spoiler di FF7 Rebirth nuovo gameplayGuarda su YouTube

“Non voglio essere quello che dice queste cose, ma Rebirth sta sottoperformando sul fronte delle vendite,” ha detto Ahmad – che è direttore di ricerca e insight presso Niko Partners – su Twitter.

Quando gli è stato chiesto di giustificare la sua affermazione, Ahmad ha aggiunto: “Sta vendendo circa la metà di quante copie ha venduto Remake nello stesso periodo e sembra che avrà una coda più debole (prima di un’uscita tipo PS+)”.

Quando è stato poi pressato per una fonte, Ahmad ha confermato che i dati sulle vendite provengono da “rapporti di ricerca azionaria, che ricevono i dati dai soliti tracker”.

Come alcuni fan hanno fatto notare, i due lanci non sono esattamente comparabili, poiché Remake è stato rilasciato quando la maggior parte del mondo era in lockdown all’inizio della pandemia di covid-19. Il lancio di Remake nell’aprile 2020 ha anche preceduto la crisi attuale dei costi di vita, ed era alla fine del ciclo vitale del PS4, mentre Rebirth è attualmente giocabile solo su PS5.

È anche possibile che il remake di uno dei titoli più importanti del mondo dei videogame abbia attirato molti giocatori inizialmente, ma alcuni potrebbero non averlo apprezzato quanto l’originale e quindi hanno scelto di non acquistare Rebirth.

Final Fantasy 7 Rebirth è stato rilasciato il 29 febbraio con grande successo critico. Ed lo ha descritto come una “rivisitazione sovraffollata ma amabile” del gioco originale nella sua recensione di Final Fantasy 7 Rebirth.

Poco dopo che è stato rilasciato il patch 1.020 alla fine di marzo, i giocatori che hanno acquistato il gioco in formato digitale hanno scoperto di non poter completare il gioco al 100% a causa di un bug in una delle missioni finali del gioco, Can’t Stop, Won’t Stop. Solo i giocatori che potevano disinstallare e quindi reinstallare dal disco senza ricollegarsi a internet potevano ottenere il trofeo.

Square Enix ha risolto il problema nel patch 1.030, che è stato distribuito giovedì (11 aprile).

Leggi di più su www.eurogamer.net

Potrebbero interessarti