Da qualche mese alcuni utenti riportano un fatto abbastanza inquietante: un case per PC della società NZXT ha iniziato a prendere fuoco. Ora, dopo diverse lamentele, l’azienda si è scusata.

I problemi riguardano in particolare il case H1, che è fondamentalmente una scatola molto grande, simile a Xbox Series X. Come riferisce un sito specializzato, “Sembra che le viti sulla scheda riser PCIe dell’H1 stiano causando un cortocircuito, provocando scintille, generazione di fumo e bruciature sulla scheda“. Dopo aver inizialmente fallito nell’affrontare il problema quando è stato segnalato per la prima volta lo scorso anno, e aver presentato una soluzione che prevedeva la sostituzione di alcune viti metalliche con alcune in nylon, NZXT ha finalmente ha pubblicato sia le proprie scuse che una soluzione più concreta.

Siamo spiacenti, ma le viti in nylon non erano la giusta soluzione per il problema al case. Rimuoveremo l’H1 dai nostri negozi e invieremo adattatori riser PCIe Gen3 riprogettati per gli attuali H1, aiutando inoltre con l’installazione tutti coloro che ne hanno bisogno. In futuro, istituiremo processi di progettazione più solidi e approfonditi. Dai progetti iniziali, al controllo qualità, ai test aggiuntivi, ci impegniamo per la qualità di tutti i nostri prodotti“.

Ora non resta che sperare che la soluzione data dalla società riesca ad arginare questo grave problema.

Fonte: Kotaku

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi