Il noto streamer cristiano DrWitnesser ha rivelato che intende citare in giudizio Twitch a seguito del suo ban. Il content creator è stato bannato dalla piattaforma a tempo indeterminato per “condotta che incita all’odio”.

Ciò è avvenuto solo pochi mesi dopo aver ricevuto un divieto di sette giorni per aver detto a un bambino musulmano che sarebbe stato “condannato all’inferno” durante una partita di Fortnite. Dopo aver spostato il suo canale su YouTube in seguito al divieto a tempo indeterminato, DrWitnesser ha ora deciso di sfidare legalmente Twitch.

Attualmente sto cercando una rappresentanza legale contro Twitch e Amazon per la chiusura illegale del mio account Twitch sulla base di discriminazione religiosa. A meno che Twitch non ripristini completamente il mio account, non esiterò dal ricercare la giustizia” ha affermato lo streamer su Twitter pubblicando inoltre uno screenshot del documento che proviene dalla Corte Superiore della California nella contea di San Francisco.

Sebbene, naturalmente, alcuni sostenessero la sua decisione, Witnesser è stato ampiamente deriso nelle risposte. Un follower gli ha inviato una foto delle regole di Twitch su comportamenti tossici e molestie, a cui DrWitnesser ha spiegato di non aver fatto “niente di tutto questo“.

Sebbene non sia possibile dire esattamente come andrà a finire questo procedimento legale per lo streamer, la convinzione comune è pessimistica. Indipendentemente dai motivi per cui intende far loro causa, affrontare giganti come Amazon raramente porta a buoni risultati. Ad ogni modo rimanete sintonizzati con noi per sapere di ulteriori sviluppi nella vicenda.

Fonte: Dexerto

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi