Twitch ha bannato e rimosso dalla partnership Ali “Gross Gore” Larsen, uno streamer di lunga data e oggetto di controversie, dopo che alcune accuse di violenza sessuale sono venute alla luce lo scorso fine settimana.

Attraverso un post su Reddit diversi utenti hanno discusso delle precedenti accuse contro lo streamer, culminate in lunghi elenchi di indiscrezioni di Larsen, inclusi video di Larsen stesso che parlava di volte in cui ha chiesto a un quindicenne di mostrarle il seno (aveva 18 anni), così come un video in cui un’altra streamer, Jenna, lo accusa di averla aggredita sessualmente durante il TwitchCon.

I post fanno anche riferimento a una serie di incidenti alla convention Runefest del Regno Unito di Runescape nel 2018, con un video in cui si vede che Larsen sembra afferrare il viso di una donna e cercare di baciarla, oltre a più presunti commenti inappropriati nei confronti delle donne che sono culminati in un alterco fisico tra Larsen e un altro streamer, Skiddler, che è stato allontanato poi dal personale dell’hotel.

In risposta alle accuse, Larsen ha pubblicato un video su YouTube in cui ha affermato che alcune accuse erano false o estrapolate dal contesto e che si era già scusato per le altre vicende. “Ci sono alcune cose disgustose del mio passato e posso promettervi che non sono quello che sono oggi“, ha detto. “Mi guardo indietro, rabbrividisco, mi imbarazzo e mi pento così tanto“.

twitch

Ora, diversi giorni dopo, Twitch lo ha bannato e gli ha tolto lo stato di partnership. “La sicurezza della nostra comunità è la nostra massima priorità”, ha detto un portavoce di Twitch. “Prendiamo le misure appropriate quando abbiamo la prova che uno streamer ha agito in violazione delle nostre Linee guida della community o dei Termini di servizio, anche in alcuni casi in cui il comportamento potrebbe aver avuto luogo fuori da Twitch. Questi si applicano a tutti gli streamer indipendentemente“. Dal canto suo, Larsen ha detto che ha intenzione di continuare a fare diretta dal suo canale YouTube.

Fonte: Kotaku

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi