Cerca
Close this search box.
Two players shooting at each other over a flag in Tribes: Rivals.

Tribes 3: Rivals arriva in accesso anticipato la prossima settimana promettendo una “rinascita” per la squisita fusione di sci e frisbee esplosivi

Tempo di lettura: 2 minuti
Two players shooting at each other over a flag in Tribes: Rivals.

Se vuoi sapere cosa penso di Tribes, ho recensito l’ultimo titolo della serie (Tribes: Ascend, free-to-play del 2012) per Eurogamer ed è uno dei pochi giochi a cui abbia mai dato un 10. Dio, quel gioco era bello, anche se, purtroppo, non è riuscito a conquistare un numero sufficiente di giocatori per sopravvivere: Ascend è finito nella notte dei tempi nel 2016 e da allora c’è stato un grande vuoto nella mia collezione di Tribes.

Pubblicità Fanatical.com - Big savings on official Steam games

Il fatto è che non c’è niente di simile a Tribes. Si tratta di un FPS, certo, ma la sua particolare interpretazione del cattura la bandiera (giochi basati sullo slancio e sulla velocità), le armi uniche e il ritmo incalzante con cui si scivola attraverso le mappe non hanno un equivalente neanche lontanamente paragonabile. Tribes 3: Rivals (non è il terzo gioco di Tribes: non chiedetelo) si propone di riportare tutto questo e gli sviluppatori Prophecy Games hanno appena annunciato che, dopo l’eccellente demo del NextFest, il gioco sarà lanciato in accesso anticipato il 12 marzo.

Prophecy definisce Tribes 3: Rivals una “rinascita” della serie e una decisione importante è che non sarà free-to-play, ma avrà un prezzo relativamente modesto di 19,99 dollari (è previsto anche uno sconto del 10% per i preordini e varie opzioni premium che includono alcuni cosmetici). Come le versioni precedenti, sarà incentrato principalmente sulla modalità CTF, con playlist competitive 7vs7 e caos casuale 16vs16, ambientate in mappe splendide e tentacolari, costruite per le corse dei topi e per i ridicoli giri a vuoto. Rivals mantiene l’elemento basato sulle classi, grazie al quale i giocatori possono scegliere tra caricatori leggeri, medi e pesanti, con profonde opzioni di personalizzazione.

Come parte dell’annuncio, Prophecy ha pubblicato una Q&A sul gioco. Tra i punti salienti del gioco si legge che avrà “microtransazioni limitate solo per i contenuti cosmetici” e cosmetici guadagnabili, e che verrà lanciato solo su Steam. Lo sviluppatore afferma che potrebbe arrivare su Epic e sulle console e che il crossplay è una possibilità, ma senza promesse. I nuovi giocatori devono sapere che i movimenti principali “possono essere appresi rapidamente” e che Rivals contiene dei tutorial che ti permetteranno di imparare a giocare.

Anche le specifiche minime sono piuttosto generose. Potrai giocare con una GeForce 1060 o una Radeon 6500XT e 8 GB di RAM, mentre le specifiche consigliate non sono molto più alte: una GeForce RTX 2080 o una Radeon RX6700 e 12 GB di RAM. È anche bello vedere che, in questi giorni di dischi rigidi, il gioco ha una dimensione di soli 10 GB.4

Non ho preso parte alla demo del NextFest, quindi mi rimetto a Josh che ha rilevato che, sebbene non sia ancora a buon punto, “sembra che abbia le basi giuste per costruire un’esperienza Tribes che possa davvero durare”. Con gli sviluppatori di Prophecy che riconoscono gli errori che hanno portato Ascend alla morte prematura, forse questa è la rinascita di Tribes che resiste”

Aspetta, errori? Quel gioco era da 10!

Leggi di più su www.pcgamer.com

Potrebbero interessarti