Anche se The Legend of Zelda: Breath of the Wild ha debuttato quattro anni fa su Nintendo Switch e Wii U, i giocatori stanno ancora scoprendo nuovi dettagli. Tra questi un fan che è riuscito un antico mistero rimasto inviolabile per tutto questo tempo: il misterioso baule presente in Aris Beach che fino ad ora non era stato mai aperto.

La persona incaricata di realizzare questa impresa è stato l’utente Kleric, che ha condiviso il momento tramite Twitter. Questo era l’ultimo “forziere impossibile” rimasto da aprire nel gioco. Il forziere in questione si trova in Aris Beach, o meglio, sotto quest’area. Come affermato da Swiffy22, il leader della community di Breath of the Wild, questo era l’ultimo forziere “impossibile” rimasto da aprire che i giocatori stavano cercando di aprirlo da un po’. Dov’è il problema? Il forziere in sostanza si genera solo se i giocatori riescono ad arrivare entro 60 metri da esso, ma inizia immediatamente ad affondare e scopare 7 secondi dopo.

I giocatori sapevano di questo forziere da un po’ di tempo, ma dovevano trovare un modo per aprirlo. Sebbene abbiano creato piattaforme di ghiaccio per impedirne l’affondamento, ciò non ha comunque impedito alla cassa di scomparire. Così Kleric, incaricato di realizzare questa impresa, si è messo al lavoro per provare un altro metodo: usare il potere del magnetismo, della paralisi, delle bombe e delle frecce, per poterlo intercettare.

Il processo è perfettamente sincronizzato e nel video possiamo vedere come Kleric utilizza meticolosamente ciascuna delle abilità che il gioco mette a disposizione. Ma alla fine che cosa c’era dentro al forziere? Un semplice pezzetto di ambra e nulla più.

Fonte: Kotaku

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi