Cerca
Close this search box.
Cerca
Close this search box.

Suicide Squad Kill The Justice League aggiunge il DRM Denuvo prima del lancio. Dimostrando che hanno voglia di fallire

Tempo di lettura: 2 minuti

La tecnologia anti-tamper Denuvo è stata aggiunta a Suicide Squad Kill The Justice League secondo la pagina del negozio di Steam. La tecnologia DRM (digital rights management) è stata oggetto di critiche nel corso degli anni per l’impatto che ha sulla capacità dei giocatori di interagire con i prodotti acquistati, e ora sembra che sarà presente nel gioco Suicide Squad.

Con la data di uscita di Suicide Squad Kill The Justice League alle porte, probabilmente sarai sorpreso di sapere che il gioco di supereroi ha aggiunto il DRM Denuvo. Il software anti-cheat non è stato annunciato come parte integrante del gioco, ma un cambiamento nel backend di Steam mostra che è stato effettivamente aggiunto di recente a Suicide Squad.

La pagina del negozio del gioco dice che “incorpora un DRM di terze parti”, mentre è possibile vedere che Denuvo è stato aggiunto a Suicide Squad poco più di una settimana fa anche tramite SteamDB: sabato 20 gennaio un registro della changelist recita: “Aggiunto DRM di terze parti – Denuvo Anti-Tamper”

Anche se Suicide Squad avrà una modalità storia offline dopo il lancio, per giocare richiederà una connessione a internet quando uscirà a breve. Denuvo stesso richiede ai giocatori di lanciare periodicamente il gioco in cui si trova mentre è online, quindi questo potrebbe avere a che fare con il fatto che il gioco richieda una connessione online per giocare, oltre a tutte le funzionalità del servizio live.

suicide squad denuvo drm 1

La connessione a internet di Denuvo è spesso legata agli aggiornamenti di Windows o alle modifiche dell’hardware, quindi non è necessario essere sempre online per il software stesso, ma per Suicide Squad al momento del lancio sì.

Denuvo è uno strumento anti-tamper progettato per proteggere il codice sorgente di un videogioco dalla pirateria e, sebbene Denuvo non sia l’unico software DRM in circolazione, l’aggiunta della tecnologia anti-tamper suscita spesso le ire dei giocatori. Proprio questa settimana la serie di Resident Evil è stata oggetto di un review bombing su Steam a causa del suggerimento che Capcom stesse aggiungendo un software simile ai suoi giochi.

Anche lo sviluppatore di Postal, Running With Scissors, ha definito l’uso di software DRM nei giochi “una punizione per il consumatore”, in quanto il software può limitare ciò che i giocatori possono fare con i giochi acquistati.

Leggi di più su www.pcgamesn.com

Potrebbero interessarti