A quattro anni dall’uscita di Suicide Squad nelle sale, Jared Leto smentisce la storia del macabro regalo alla co-star Margot Robbie.

Che a Jared Leto piaccia immedesimarsi a fondo nei suoi personaggi per poterli interpretare al meglio sullo schermo non è certo un segreto, e ai tempi di Suicide Squad erano tante le voci sugli estremi raggiunti dall’attore pur di restare nel ruolo. Uno di questi, però, che coinvolge anche la co-star Margot Robbie, alla quale Leto avrebbe regalato un topo morto, è stato adesso smentito dallo stesso Leto.

Niente topi morti impacchettati. Già in una vecchia intervista al magazine Elle l’interprete di Harley Quinn raccontò che in realtà si trattava di un topolino in piena salute che ha poi tenuto e chiamato Rat Rat “Perché se Harley ricevesse qualcosa dal Joker, se ne prenderebbe cura“, ma adesso è il Joker in persona a confermare le parole della Robbie: “Non le ho mai regalato un topo morto. Non è vero” ha dichiarato ai microfoni di GQ.
Le ho dato del cibo. Ho trovato questo posto fantastico a Toronto dove fanno questi buonissimi cinnamon buns vegani, e gliene portavo sempre un sacco“.

Poi di regali bizzarri al resto del cast ne sono stati fatti, ma in questa occasione Leto non si è dilungato nello smentire o confermarne altri.
Tuttavia, ha ribadito la sua reticenza nell’essere definito un “method actor”, per via delle connotazioni negative che il termine sembra aver preso nel tempo, specialmente di recente.
Diffido dal termine “method acting” perché credo abbia preso connotazioni negative ormai. Lo vedo più come il mio personale approccio alla recitazione. Ognuno ha il suo, e per me si tratta di fare del mio meglio per aiutare a contribuire in maniera significativa alla storia e portare sullo schermo i personaggio“.

Al momento, Jared Leto è tra i protagonisti di Fino all’ultimo indizio, ruolo che gli sta valendo un certo apprezzamento da parte della critica, ma lo ritroveremo nei panni del Joker nella nuova versione di Justice League firmata da Zack Snyder.

[…]

Leggi di più su movieplayer.it

Rispondi