David Ayer torna a far luce sull’insuccesso di Suicide Squad, devastato dai produttori di Warner Bros impauriti dalle critiche a Batman v Superman e dal successo di Deadpool.

David Ayer torna a parlare della sua versione di Suicide Squad rivelando come lo studio di produzione abbia fatto a pezzi il montaggio originale del film spingendolo a riscriverne intere sequenze.

Suicide Squad: El Diablo nel primo trailer del film

Suicide Squad: El Diablo nel primo trailer del film

Orami non è un segreto per nessuno lo scontro tra David Ayer e Warner bros, intervenuta pesantemente in fase di post-produzione di Suicide Squad con esiti abbastanza disastrosi. Il film ha incassato bene, ma ha ricevuto una pioggia di critiche legate alla qualità dell’opera spingendo Wafrner Bros a fare marcia indietro sui suoi progetti ripensando il DC Universe. Mentre i fan invocando l’uscita dell’Ayer Cut, versione iniziale bocciata dallo studio che però a quanto pare esisterebbe, il regista continua a togliersi i numerosi sassolini che ha nella scarpa su Twitter spiegando quanto materiale sia stato lasciato sul pavimento della sala di montaggio per volontà di Warner Bros.

In un q&a su Twitter, David Ayer ha ricostruito la controversa storia di Suicide Squad rivelando che la ricezione negativa di Batman v Superman: Dawn of Justice combinata con l’incredibile successo di Deadpool hanno convinto lo studio a ripensare alla direzione data al film. Ayer ha rivelato inoltre che Geoff Johns è stato tra coloro che hanno riscritto parti della sceneggiatura che lui ha dovuto rigirare.

Leggi di più su: movieplayer.it

Rispondi