Iò cantautore Sufjan Stevens ha parlato apertamente della sua esperienza agli Oscar, paragonata persino a un evento di Scientology.

Sufjan Stevens non ha vissuto particolarmente bene l’esperienza vissuta sul palco degli Oscar 2018, arrivando a paragonarli a un ballo scolastico di Scientology.
L’artista ha condiviso la sua reazione alla performance che ha compiuto dal viso insieme a St. Vincent e Moses Sumney in un’intervista rilasciata a The Guardian che, come prevedibile, è diventata rapidamente virale.

Parlando della serata organizzata dall’Academy, Sufjan Stevens ha dichiarato: “Onestamente una delle esperienze più traumatizzanti di tutta la mia vita. Sembrava un terrificante ballo di fine anno di Scientology“.
Il cantautore ha inoltre spiegato la sua visione degli Oscar: “Rappresentano tutto quello che odio dell’America e della cultura popolare“.

Stevens aveva partecipato all’evento cinematografico dopo la nomination ottenuta grazie al lavoro compiuto con la colonna sonora di Chiamami col tuo nome e il brano Mystery of Love.
Sufjan ha però voluto ribadire: “Non volevo avere niente a che fare con quel mondo e con quella cultura. Non voglio far parte di una stanza piena di adulti che stanno facendo il diavolo a quattro per dei trofei di plastica“.

In quell’edizione la categoria Miglior Canzone Originale è stata vinta dalla canzone Remember Me, realizzata per il film animato Coco .

Leggi di più su: movieplayer.it

Rispondi