Cerca
Close this search box.
Stellar Blade Has Xbox 360 Game Design Ideas All Over It

Stellar Blade ha tutte le idee e il design di un gioco per Xbox 360 ma nell’era della PS5

Tempo di lettura: 3 minuti
Stellar Blade Has Xbox 360 Game Design Ideas All Over It

Sembra che il tono di Stellar Blade sia cambiato dopo il recente PlayStation State of Play, e non sono sicuro del perché. Mi sono interessato a questo gioco fin dalla prima volta che l’ho visto, ma da allora non abbiamo ottenuto altro che la stessa cosa. Stellar Blade è sempre sembrato un gioco per Xbox 360 in un mondo per PS5, e questo è un elogio sincero. Mi fa piacere che finalmente le persone si stiano svegliando con Stellar Blade, ma quelli di voi che, come me, ci sono stati fin dal primo giorno sono i veri giocatori del mondo.

Esito a definire Stellar Blade “originale”, perché ci sono molti altri giochi in cui i personaggi degli anime combattono contro mostri iperprogettati con enormi barre della salute in frenetiche sequenze d’azione. Forse una parola più accurata è “nostalgico”. Il mio primo pensiero dopo aver visto questo nuovo filmato è stato Scarlet Nexus, lanciato nel 2021, un altro gioco che mi ha fatto sentire molto nostalgico. Anche se continuiamo ad avere giochi come Scarlet Nexus e Stellar Blade (come dimostra l’esistenza di Scarlet Nexus e Stellar Blade), sembrano giochi di un’epoca passata e questo fa sì che si sentano freschi.

Uno dei giochi più “Xbox 360” di sempre

Ogni generazione di giochi ha un’atmosfera specifica. L’era PS5/Xbox Series X non ne ha ancora necessariamente una, in quanto si basa ancora su ciò che ha funzionato l’ultima volta: il fotorealismo per dare impulso a storie ciniche e concrete, con sistemi di pass per le battaglie in diretta inseriti per buona misura. All’epoca della PS1, si trattava di mascotte, colori e di spingersi nel regno del 3D. Per la PS2 e la Xbox originale, i titoli taglienti e sanguinolenti erano il re, mentre il gioco abbracciava il valore dello shock in grande stile. E per la PS3 e la Xbox 360, la creatività e la sperimentazione erano all’ordine del giorno, con sistemi di gioco appariscenti e in stile arcade. Si trattava di un’epoca in cui i videogiochi erano più videogiocabili e Stellar Blade sembra un’estensione di questa tendenza.

Una parte importante del mio lavoro consiste nel cercare una lettura più approfondita dei videogiochi, e questo è ovviamente molto più facile quando si hanno a disposizione giochi come Like a Dragon: Infinite Wealth o Baldur’s Gate 3, che offrono una storia coinvolgente e stratificata lungo il percorso principale con temi interessanti esplorati in profondità, oltre a diverse decine di narrazioni secondarie che raggiungono ciascuna conclusioni uniche. Ma a volte si ha voglia di indossare una lycra aderente e fare una capriola all’indietro in faccia a un mostro tentacolare. Con l’arrivo della maturità, a volte i giochi sembrano avere paura del loro passato e si vergognano persino di essere considerati un videogioco piuttosto che un’esperienza narrativa interattiva e coinvolgente.
Un personaggio di Stellar Blade

Le affascinanti peculiarità del medium possono andare perdute quando gli studios si rifiutano di considerare le loro creazioni come semplici “videogiochi”, e Stellar Blade sembra una reliquia di un’epoca in cui un simile pensiero sarebbe insensato. La grandiosità dei combattimenti, la fluidità dei movimenti, la patina di freddezza che ricopre ogni scena è stata presente fin dal suo reveal, ma è come se questa fosse la prima volta che convince le masse di ciò che sta cercando di dire.

Potrebbe essere un po’ un colpo basso – Scarlet Nexus mi è sembrato troppo artificioso e lento, non riuscendo a mettere insieme tutte le sue idee – ma sono felice che giochi come questo possano ancora essere all’avanguardia nel mondo dei videogiochi, insieme a Kojima che si spinge in nuove terre di Kojimaness e a Judas che viene pubblicizzato come il “nuovo gioco del creatore di BioShockche assomiglia esattamente a BioShock. Ci vuole un villaggio per creare l’industria dei videogiochi, e quel villaggio sarebbe un posto molto più noioso senza epiche battaglie anime combattute da donne alte con capelli lunghi, occhi dolci e salti mortali per giorni.

Leggi di più su www.thegamer.com

Potrebbero interessarti