Valve ha voluto chiarire le sue precedenti dichiarazioni riguardanti il framerate raggiungibile da Steam Deck, la sua futura console portatile.

Nella sua precedente intervista, il coder Pierre-Loup Griffais sosteneva che Steam Deck poteva raggiungere i 30fps a risoluzione nativa di 800p. Molti hanno pensato che i 30fps fossero il massimo raggiungibile dall’hardware a tale risoluzione, l’obiettivo finale a cui la console poteva aspirare.

Lo sviluppatore ha recentemente riformulato la sua risposta, affermando che le performance citate sono “la base di quello che definiamo giocabile nei nostri test“, poiché molti altri titoli hanno nettamente superato tali livelli.

In poche parole, i 30fps non sono il limite finale, ma solo il livello minimo: raggiungere framerate più elevati è possibilissimo e, stando alle parole di Valve, non uno sforzo troppo eccessivo.

In aggiunta a queste dichiarazioni, Griffais ha voluto aggiungere anche un’altra piccola curiosità: Steam Deck godrà di un limitatore di FPS che, a discrezione dell’utente, permetterà di ridurre il framerate dei giochi per preservare la durata della batteria.

Notizie interessanti e, soprattutto, un sollievo per i fan hardcore, i quali possono aspettarsi meraviglie dal nuovo hardware di Valve.

La compagnia non ha ancora rivelato tutte le potenzialità e i segreti della console tuttavia, dato che dovremo aspettare dicembre 2021 per vederla nelle mani dei giocatori, meglio scoprirla passo dopo passo che restare per mesi in balia dell’hype.

Fonte: PCGamer

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi