Cerca
Close this search box.
Tifa stand behind the bar at 7th Heaven

Square Enix intende estromettere gli outsourcer per rivedere il processo di sviluppo dell’azienda “da zero”

Tempo di lettura: 2 minuti
Tifa stand behind the bar at 7th Heaven

Square Enix ha intenzione di rivedere il suo approccio alla produzione di giochi, nel tentativo di migliorare la qualità dei singoli giochi e aumentare i margini di profitto complessivi.

Pubblicità Fanatical.com - Big savings on official Steam games

Come riportato da Bloomberg Japan, la mossa è stata annunciata dal presidente di Square Enix, Takashi Kiryu, durante un briefing sui risultati finanziari per gli analisti tenutosi ieri.

Parlando durante la conference call, Kiryu avrebbe detto: “Stiamo rivedendo da zero la struttura organizzativa e il modo migliore per concretizzare i contenuti della pipeline”

A quanto pare, i dettagli su questo nuovo sistema saranno rivelati “almeno in primavera”, mentre gli analisti presenti alla conferenza hanno detto che entrerà in vigore ad aprile. In linea di massima, Kiryu vuole che Square Enix si concentri sullo sviluppo interno dei giochi e riduca la quantità di lavoro sui giochi affidato a società terze. Gli analisti hanno inoltre affermato che il nuovo sistema includerà un meccanismo di controllo per giudicare la qualità dei giochi.

Come editore, Square Enix è diventata sempre più isolata da un po’ di tempo. Nel 2022, l’azienda ha ceduto il suo ramo occidentale a Embracer Group, che comprendeva sviluppatori come Crystal Dynamics ed Eidos Montreal, dando priorità ai suoi studi e alle sue IP giapponesi. La decisione di esternalizzare il gioco potrebbe derivare dal lungo sviluppo di Final Fantasy XVI, che ha subito un ritardo di sei mesi a causa di problemi di comunicazione tra Square Enix e gli sviluppatori esterni, facendo perdere a Square Enix 2 miliardi di dollari di valore di mercato dopo il lancio del gioco.

Questo non è l’unico annuncio audace che Kiryu ha fatto di recente. Nel novembre dello scorso anno, il presidente di Square Enix ha dichiarato di essere intenzionato a “snellire la nostra linea”, concentrandosi meno sui titoli a medio budget e più sui grandi successi come Final Fantasy. Nella sua lettera di Capodanno ai dipendenti, invece, Kiryu ha esaltato i vantaggi dell’IA generativa, affermando che “ha il potenziale non solo di rimodellare ciò che creiamo, ma anche di cambiare radicalmente i processi con cui creiamo”

Gli amministratori delegati amano fare grandi dichiarazioni come questa, ovviamente. Ma, come sottolineato da Wes, negli ultimi anni Square Enix ha fatto delle scelte azzardate per lo sviluppo di videogiochi, che hanno portato a successi e fallimenti altrettanto drammatici. Un po’ più di concentrazione, quindi, è probabilmente sensata, anche se speriamo che l’editore non butti via la sua personalità nel processo.

Leggi di più su www.pcgamer.com

Potrebbero interessarti