Lo studio indipendente francese DigixArt annuncia che Road 96 sarà lanciato questo 16 agosto su Nintendo Switch, Steam, GOG e Epic Game Store al prezzo significativo di 19,96 Euro. Road 96 sarà anche disponibile come parte del Pacchetto dell’Autostoppista (Hitchhiker Bundle), insieme alla OST di nove incredibili artisti e un ebook originale, dove si scoprono i fatti avvenuti nei dieci anni antecedenti alla storia del gioco, tutto questo al prezzo di 29,91 Euro.

Guidato dal veterano dell’industria videoludica Yoan Fanise (Valiant Hearts, Memories Retold), Road 96 rappresenta il progetto più ambizioso di DigixArt. I giocatori avranno tra le mani un’avventura unica – ispirata alle opere di Quentin Tarantino, i fratelli Coen e Bong Joon-ho – influenzata dalle proprie scelte, e in continua evoluzione.

Il mese scorso allo Steam Next Fest migliaia di giocatori hanno partecipato a una sessione di Domande e Risposte dal vivo e la demo di Road 96 è stata scaricata più di 50.000 volte.

La filosofia DigixArt

Nel 2015, dopo molti anni alla Ubisoft e dopo aver co-diretto successi come Valiant Hearts, Yoan Fanise ha voluto continuare il suo percorso in modo indipendente creando progetti a misura d’uomo e con totale libertà creativa, dove tutti nel team possono contribuire. Voleva anche poter affrontare qualsiasi argomento che gli piacesse o che lo preoccupasse (come i viaggi su strada o la guerra). La sua compagna di lavoro e di vita, Anne-Laure, era pronta a raccogliere questa sfida, così fondarono DigixArt nel sud della Francia, sapendo che sarebbero stati perfettamente complementari per questa nuova avventura.

Ora lo studio ha un team di 15 sviluppatori appassionati e di talento, costruito intorno a tre pilastri: creatività, umiltà e affidabilità. Per citare Yoan:

Le tre cose sono estremamente correlate, perché in passato ho visto come la chimica creativa possa emergere e generare un’esperienza ludica ricca e originale, oppure no. E per me, questo richiede soprattutto una grande umiltà: ogni idea può funzionare se viene coltivata da tutta la squadra, se la scindiamo da qualsiasi ego e la lasciamo evolvere. Gli ego troppo forti possono ostacolare questo processo e impedire alle idee dei più timidi di essere espresse e considerate per i prototipi“.

L’affidabilità è infine ciò che ci caratterizza, perché abbiamo consegnato tutti i nostri giochi nei tempi previsti. Rispettare i passaggi interni è molto importante per evitare che i progetti falliscano e per costringerci a prendere decisioni di progettazione. Se non ci imponiamo delle date fisse, tendiamo a lasciare troppe porte aperte nel game design o nella scrittura. È anche una questione di professionalità e di rispetto degli impegni presi con i partner che cofinanziano i nostri progetti.”

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi