La premessa centrale di Returnal di bloccare il giocatore su un misterioso e orribile pianeta alieno in un loop temporale, suona come il quadro perfetto per un avvincente titolo roguelike, ma come tutti i giochi del genere, l’imminente esclusiva per PS5 avrà alcune sfide davanti a sé. Una di queste, ovviamente, sarà la progressione e l’equilibrio nel progresso basato sulle abilità e nel progresso che dipende dal caso (a causa della natura casuale del gioco).

Il game director Harry Krueger ha recentemente parlato di questo con GamesRadar, ed è chiaro che è qualcosa a cui lo sviluppatore Housemarque ha pensato molto. Secondo Krueger, dallo sblocco di nuove aree alla scoperta di nuovi oggetti alla scoperta di nuovi pezzi della storia, Returnal metterà un’enfasi costante sulla progressione. Lo sviluppatore afferma che sebbene alcune cose, ovviamente, saranno lasciate al caso, la cosa che influenzerà più di tutto l’esperienza sarà l’abilità e la padronanza dei sistemi di gioco.

Avrai accesso ad aree precedentemente inaccessibili, scoprirai nuovi oggetti e segreti, ricostruirai nuove parti della nostra storia e otterrai nuovi vantaggi in combattimento“, ha detto Kreuger. “Molteplici armi e oggetti verranno sbloccati non appena li scoprirai nel mondo. In definitiva, però, la più grande risorsa è l’abilità del giocatore. Padroneggiare i nostri sistemi e le nostre tecniche e apprendere i segreti di Atropo ti darà un vantaggio nelle run successive. La natura casuale del gioco significa che alcune cose saranno sempre dettate dalla fortuna, ma ci sarà sempre spazio per migliorare e superare le sfide di Returnal solo attraverso l’abilità del giocatore“.

Returnal_08_768x432

Returnal uscirà in esclusiva per PS5 il 19 marzo.

Che ne dite?

Fonte: Gamingbolt.

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi