Ci siamo: tra poche ore i giocatori saranno in grado di mettere le mani su Resident Evil Village ed esplorare in assoluta libertà il maniero di Lady Dimitrescu. Ad attenderli non ci sarà solo la giunonica vampira, ma anche le sue tre figlie: ebbene, un post pubblicato su PlayStation Blog svela qualche dettaglio in più sulla particolare famiglia.

Il director Morimasa Sato e il direttore artistico Tomonori Takano hanno parlato delle concept art e degli spunti che hanno portato alla creazione di Lady Dimitrescu e le sue figlie, Bela, Cassandra e Daniela. La creazione di Alcina Dimitrescu è nata dal desiderio di sviluppare un personaggio con molto carisma, ma il team di sviluppo è rimasto sbalordito dall’accoglienza che ha ricevuto questo personaggio.

A tal proposito vengono spese due parole sui vestiti della Lady, che sono ispirati agli anni ’60. Anche i vestiti e scarpe delle tre figlie sono ispirati a quella decade, ma il team ha voluto propendere per abiti più ortodossi di colore nero. Particolare attenzione anche per il numero di figlie, ovvero tre: lo studio di sviluppo ha creato una serie di prove per vedere quante volte Ethan si sarebbe trovato di fronte a loro e la perfezione si è raggiunta appunto inserendo tre personaggi.

1
2
3

Ogni figlia è una minaccia per Ethan tanto quanto l’altra. La personalità di ciascuna figlia trasmette un diverso senso di pericolo e orrore. Il team ha fatto di ogni figlia la sua miscela di bellezza e orrore. Così come la pericolosità, anche il loro amore per Lady Dimitrescu è immenso e spesso le tre litigano tra di loro per vedere chi è degna di ricevere l’amore della madre.

Inoltre, dal momento che Bela, Daniela e Cassandra sono composte da una moltitudine di insetti, i normali attacchi non le turberanno. Ciò costringe il giocatore a creare una serie di strategie e capire come sconfiggerle. Quell’elemento strategico e rompicapo del combattimento, insieme al disperato bisogno di sopravvivere, è il motivo per cui il team pensa che le tre figlie si adattino perfettamente al mondo di Resident Evil Village.

Originariamente le prime bozze avevano nemici che avrebbero guadagnato forza bevendo sangue. C’erano anche idee sulle figlie che si mummificano senza un costante apporto di sangue. Il concetto era divertente, ma allo stesso tempo c’era una natura stranamente comica, quindi alla fine questo concept è stato eliminato. Uno dei primi prototipi riguardanti le figlie che è rimasto uguale fino alla fine dello sviluppo riguarda il combattimento: le tre figlie non possono essere sconfitte con attacchi normali, quindi alla fine lo studio di sviluppo ha finalizzato il design con uno sciame di insetti.

4
5

Vi ricordiamo che Resident Evil Village sarà disponibile domani 7 maggio su PC, Xbox One, Xbox Series X/S, PlayStation 4, PlayStation 5 e Google Stadia.

Fonte: PlayStation Blog

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi