Resident Evil è sempre stato sinonimo di sopravvivenza e claustrofobia: il primo, storico capitolo ci vedeva attraversare gli stretti corridoi della Villa Spencer, con il timore di vedere cosa ci attendeva dietro l’angolo.

Quello stesso principio è stato poi recuperato nel capitolo in prima persona, Resident Evil 7, con Ethan Winters intrappolato nella tenuta dei Baker.

L’imminente sequel, Resident Evil Village, vedrà il ritorno di Ethan e della visuale in prima persona ma, questa volta, invece di una casa sperduta in Louisiana, potremo esplorare un intero villaggio. Che le atmosfere strette e oppressive simbolo della serie siano state accantonate? Per niente: semplicemente, il terrore ha assunto una nuova forma.

In una recente intervista con gli sviluppatori, Capcom ha confermato che Village vuole continuare a terrorizzare i giocatori, questa volta solo in un ambiente a cui non sono abituati.

L’art director Tomonori Takano ha voluto enfatizzare la doppia natura del villaggio, una bellezza decadente, ma anche un terrificante spazio aperto con pericoli provenienti da tutte le direzioni:

Quello che volevo realizzare era un magnifico, ma spaventoso ambiente. Questo era ciò che volevo fortemente creare. RE7 doveva catturare un’audience più vasta, quindi un’altro dei miei compiti era quello di assicurarmi che fosse anche interessante e piacevole da ammirare.“.

In effetti, il villaggio è pregno d’arte, fra statue e decorazioni, ma anche pieno di case derelitte da esplorare e con pericoli in agguato. Da quel punto di vista, chi apprezza l’esplorazione degli spazi chiusi, troverà molto da amare in Resident Evil Village.

Il game director Morimasa Sato, ha voluto sottolineare come la vastità del villaggio non sarà solo orizzontale, ma anche verticale:

Dato che si tratta di un ambiente più grande e più largo, vogliamo che le persone capiscano che non è vasto solo in orizzontale, ma possiede anche diversa verticalità. Avrete la possibilità di scalare e combattere sui tetti del villaggio. Potete sfruttare quel terreno e il mondo di gioco per rendere i nemici più prevedibili e sfruttare la nuova prospettiva a vostro vantaggio.“.

Inutile dire come l’esplorazione del villaggio porterà diversi benefici, come l’acquisizione di risorse che potranno essere vendute al mercante, Duke, in cambio di nuove armi e potenziamenti.

Resident Evil Village ha già ammaliato i fan horror di tutto il mondo (anche Lady Dimitrescu ha dato il suo contributo) e la sua imminente uscita promette di far faville.

Il gioco uscirà il prossimo 7 maggio su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X, PC e Stadia. Nel frattempo, potete divertirvi con una nuova demo, disponibile in anteprima per i possessori di console Sony a partire da stasera alle ore 19.

Fonte: GameInformer

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi