Ubisoft ha mostrato un nuovo e lungo trailer in computer grafica di Rainbow Six Extraction, il nuovo capitolo della serie.

Il gioco, spin-off di Rainbow Six Siege, sarà incentrato sul gameplay PvE ispirato ad un noto evento post-apocalittico del titolo multiplayer.

Finalmente, abbiamo una data di lancio: dopo tanti rinvii, Rainbow Six Extraction è stato fissato al 16 settembre.

Extraction sarà giocabile per 1-3 giocatori, quindi in solitaria e in cooperativa, con tanto di cross-play tra tutte le piattaforme.

New York, San Francisco e Alaska saranno le location principali in cui saremo chiamati ad immergerci in aree di contenimento di un misterioso parassita.

Ciascuna area avrà tre zone d’infiltrazione, ognuna con un livello di difficoltà crescente, e in ognuna ci saranno boss da battere (tra gli altri, abbiamo visto il Tormentor); alla fine di ogni zona potremo decidere se ritirarci o continuare per ricompense superiori.

Per la prima volta, questo parassita era stato individuato in New Mexico, in occasione dell’evento Outbreak di Rainbow Six Siege.

Gli Archaens, questo il nome degli alieni al centro della scena, potranno catturare i nostri operatori e li perderemo per sempre – insieme ai progressi che avremo accumulato con loro – fino a quando non li avremo recuperati.

Il parassita spargerà un materiale noto come Sprawl che rallenterà gli operatori e darà maggiore forza ai nemici se lasciato sul pavimento.

Potremo eliminarlo con i raggi UV, utili anche per scoprire gli alieni attraverso i muri (che potranno essere distrutti come in Siege).

I protagonisti saranno gli stessi operatori del gioco multiplayer originale, con i medesimi e familiari gadget (Ela, Alibi, Sledge, i primi tre che abbiamo visto in gioco).

Il lancio è programmato in tre mesi per PC, PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X|S e Stadia, e sarà fin dal day one su Ubisoft+.

Preferite un open world Ubisoft? Date un’occhiata a questo ottimo prezzo su Assassin’s Creed Valhalla

[…]

Leggi di più su www.spaziogames.it

Rispondi