Gli sviluppatori di Playerunknown’s Battlegrounds continuano la loro lotta ai cheater nel loro battle royale. Ultimamente il Community Manager di PUBG Corp ha risposto a qualche critica che gli è stata rivolta da parte degli appassionati del titolo su Reddit. Molte critiche si sono concentrate sul fatto che secondo alcuni giocatori, il team di sviluppo abbia smesso di intervenire contro chi utilizza i cheat su PUBG.

A tal proposito, Hawkinz ha tenuto a sottolineare che: “per quanto riguarda le segnalazioni di utenti cheater, non ne stavamo ricevendo così tante da molto tempo. Comprendiamo quindi quanto possa essere frustrante avere a che fare con chi imbroglia e sappiamo molto bene quanto possa risultare grave il loro impatto sulle partite in questo momento”.

Attualmente il team di PUBG si sta concentrando sul combattere i cheater del proprio battle royale, il community manager ha già fatto sapere che nel corso della seconda settimana di dicembre sono già stati bannati la bellezza di 116.531 account che facevano uso di cheat all’interno delle partite.

In conclusione Hawkinz ha voluto aggiungere che sfortunatamente non tutti i ban che sono stati attuati sono definitivi, ed è probabile che alcuni utenti siano già riusciti a tornare sul gioco creandosi un nuovo account; pertanto il team sta cercando di creare delle misure anti cheat diverse per debellare qualsiasi ritorno di questi cheater. Vi aspettavate un tale numero di ban di account nell’arco di una sola settimana?

Se volete unirvi alla battle royale di Playerunknown’s Battlegounds potete acquistare il gioco su Amazon a questo indirizzo.

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi