Dopo che finalmente abbiamo avuto l’opportunità di mettere le mani su PS5, la giornata dedicata alla nuova console targata Sony prosegue. Insieme al nostro unboxing, si è tornati a parlare di una delle esclusive di lancio che andranno ad accompagnare la console next gen il prossimo 19 novembre. Parliamo di Marvel’s Spider-Man Miles Morales, il nuovo titolo stand alone che ci metterà nei panni dell’uomo ragno di Miles.

In una recente intervista rilasciata alla redazione di Gaminformer, il direttore creativo di Spider-Man Miles Morales, Brian Horton è voluto tornare sul raccontarci qualcosa di più sulla struttura che Insomniac ha voluto dare al titolo di lancio per PS5. Stando alle parole di Horton, l’obbiettivo del team è stato fin da subito quello di creare un’esperienza più cinematografia e coinvolgente rispetto al respiro open world del titolo uscito nel 2018.

“Marvel’s Spider-Man è un gioco fantastico, lo adoriamo tutti e molte persone ci giocano ancora oggi. Ma sapevamo che c’erano sono situazioni migliorabili, e una di queste era creare un’esperienza cinematografica più fluida, coinvolgente e che fluisca in modo molto più naturale nel gameplay. Volevamo arrivare a proporre una connessione tra le missioni e il mondo aperto; tutto senza schermate di caricamento”, questo è quanto detto da Horton.

L’esempio che fa il direttore creativo di Insomniac è la sezione sul ponte che abbiamo nell’ultimo trailer di Spider-Man Miles Morales dove, anche grazie ad alcuni momento QTE, l’azione del gameplay e la cinematograficità delle custscene si mescolano senza snaturare o rallentare i ritmi di gioco, anzi li incalzano ancora di più. Vi ricordiamo che Spider-Man Miles MOrales uscirà anche per PlayStation 4. Cosa ne pensate delle recenti dichiarazioni su uno dei giochi di lancio di PS5?

Se non l’avete ancora fatto, potete prenotare Spider-Man Miles Morales su Amazon a questo indirizzo. Se invece certate un altro tipo di esperienza, ecco altri titoli di lancio per PS5 da prenotare: Demon’s Souls, Sackboy a Big Adventure e Godfall.

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi