Nelle sue prime settimane di vita, malgrado i problemi legati alle scorte, PlayStation 5 ha avuto un successo straripante, che ha portato Sony a vendere ben 4.5 milioni di unità, pareggiando i numeri fatti registrare nel 2013 da PS4 ed esaurendo tutte le scorte spedite in giro per il mondo: le vendite, come da previsione, hanno generato ottimi profitti, evidenziati da un recente report finanziario. La compagnia giapponese prevede di spedire altre 3.5 milioni di console entro marzo, ma tale ritmo nelle vendite potrebbe essere frenato dalle capacità di produzione di PS5, per la gioia dei reseller online, che avranno campo libero ancora per qualche mese.

PS5, infatti, potrebbe soffrire di diversi shortage legati ad alcuni componenti, in particolare i semiconduttori, come spiegato dal direttore finanziario e vicepresidente di Sony, Hiroki Totoki: “È difficile, per noi, aumentare la produzione di PS5 nel bel mezzo di una situazione in cui c’è carenza di semiconduttori ed altri componenti. Non siamo stati in grado di soddisfare pienamente l’alta domanda da parte del mercato, ma faremo il possibile per spedire più unità possibili ai clienti che stanno ancora aspettando una console.”

Diversi fra i componenti interni utilizzati da PS5 sono identici a quelli che Sony aveva impiegato per PS4 Pro: uno di questi è il condensatore “colpevole” del problema del coil whine, che ha creato diversi grattacapi ad alcuni possessori di PS5. Qualche settimana fa, l’azienda aveva annunciato la fine della produzione di PS4 Pro e di diversi altri modelli (esclusa PS4 Slim da 500 GB, che rimane in vendita) in Giappone e nel mercato asiatico, probabilmente anche per concentrare tutti i pezzi disponibili sulla produzione della nuova console.

Courtesy of TronicsFix
Playstation 5

Nonostante i problemi di scorte e di produzione, la divisione legata ai videogiochi e ai servizi online di Sony ha fatto registrare un incremento nei profitti di circa il 50% durante il periodo festivo, rispetto all’anno precedente. La compagnia, forte di simili risultati, si prepara a entrare in quello che si preannuncia il miglior anno fiscale di sempre nella storia di PlayStation, grazie anche a un incremento sostanziale negli abbonamenti al PlayStation Plus (saliti a 47.4 milioni). L’87% degli acquirenti della prima ora di PS5 sono abbonati al servizio online di Sony: una percentuale impressionante, che, insieme alle vendite dell’hardware, basta a spiegare gli ottimi risultati finanziari dell’ultimo periodo.

Volete recuperare un DualSense aggiuntivo? Potete trovarlo su Amazon Italia!

[…]

Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi