PlayStation 5 possiede meno di un terabyte di memoria SSD di sistema, sufficiente per un giocatore casual, ma un grande limite per i più navigati. Fortunatamente, i giochi PS4 possono essere installati e giocati in retrocompatibilità anche su un hard disk esterno, salvando così la memoria interna della console.

Per quanto riguarda i giochi PS5, purtroppo, essi possono funzionare solo dall’SSD interno e non è possibile farli partire altrove. Installare e cancellare i giochi all’occasione è la soluzione più logica per salvaguardare il proprio spazio, ma arriverà un momento in cui i giocatori necessiteranno per forza di un SSD più capiente.

L’ultimo software di sistema PS5, attualmente in fase beta, viene incontro a queste esigenze e abilita l’installazione di un SSD NVMe all’interno della console, per espandere così la memoria utilizzabile dai giochi next-gen.

Mark Cerny, lead designer di PlayStation 5, ha approfittato della pubblicazione del software di sistema, per svelare al pubblico quale SSD ha scelto per espandere la memoria della propria console.

Cosa avrà acquistato? Stando all’immagine pubblicata, si tratta di un WD_BLACK SN850 NVMe SSD con dissipatore incluso. Non è stato reso noto il taglio della memoria, ma sarà di sicuro da 1 o 2 terabyte.

Considerando che l’SSD è stato acquistato da uno dei massimi esperti di PlayStation 5, gli utenti hanno così ricevuto la conferma che le memorie di questa linea sono perfettamente compatibili con la console e non dovrebbero creare problemi.

Tuttavia, diversi utenti hanno sottolineato il prezzo dell’SSD e ne hanno approfittato per lanciare delle frecciatine a Cerny e ai fan.

Attualmente, i modelli di WD_BLACK SN850 con dissipatore, disponibili sul sito Western Digital, sono prezzati a $169.99 per il modello da 500GB, $249.99 per quello da 1TB e $549.99 per quello da 2TB, praticamente una console PS5 nuova di zecca con qualche gioco extra.

Purtroppo gli SSD, specialmente quelli ad alta velocità supportati da PS5, non sono ancora a buon mercato. Cerny può permetterselo senza problemi, ma gli utenti normali forse dovrebbero continuare a gestire gli 800GB a disposizione.

Fonte: Resetera

[…]

[…]Leggi di più su www.eurogamer.it

Rispondi