Con il lancio di una nuova generazione di console, arrivano molte buone notizie, ma alle volte anche pessime notizie. Un facile esempio è legato al fatto che i giochi inizieranno a costare di più. I videogame PS5 sviluppati dai PlayStation Studios, per esempio, saranno venduti a partire da una cifra di circa 60€ fino a 80€. Un aumento comprensibile, considerando che l’aumento dei costi di sviluppo dell’ultima generazione non è stato “combattuto”, all’interno delle esclusive Sony, con tecniche come Pass Battaglia, microtransazioni e simili.

Sony, però, avrebbe potuto andare anche oltre. Un report di Olga Kharif e Takashi Mochizuki di Bloomberg ha svelato che la compagnia di Tokyo “ha discusso di andare anche oltre gli 80 euro. Molti rappresentanti esecutivi delle società videoludiche coinvolte hanno richiesto l’anonimato, probabilmente ben sapendo che la mossa era impopolare. In molti casi, le compagnie non hanno intenzione di dichiarare l’aumento del prezzo ma si limiteranno a dire che il costo varierà da titolo a titolo.

Recensione PS5

In risposta a queste considerazioni, però, vi è Kenkichi Nomura, CFO di Capcom, il quale ha affermato che “Il prezzo dei giochi dovrebbe essere determinato da quanto i consumatori sono disposti a pagare per la qualità, non quanti soldi sono stati spesi per realizzare quel gioco.

Certamente Nomura parla a favore dei giocatori, ma in alcuni casi estremi potrebbe significare che un gioco molto richiesto potrebbe essere venduto a un prezzo “superiore al dovuto” visto che il pubblico è disposto a pagare “qualsiasi cifra” pur di averlo. Uno scenario di questo tipo aprirebbe a una grande incertezza in termini di costo dei singoli giochi.

Si tratta però di discorsi perlopiù ipotetici e quindi che difficilmente avranno un impatto. Per il momento, Sony e altri produttori hanno optato per gli 80€ su next-gen. Diteci, voi cosa ne pensate? Li spenderete o semplicemente attenderete più spesso gli sconti?

PS5 è presente su Amazon Italia.

[…]Leggi di più su www.tomshw.it

Rispondi